Aleka Paparīga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aleka Paparīga
Aleka Papariga - Crop.jpg

Segretario generale del Partito Comunista di Grecia
Durata mandato 27 febbraio 1991 –
14 aprile 2013
Predecessore Grigoris Farakos
Successore Dimitri Koutsoumpas

Capo del Gruppo Parlamentare del Partito Comunista di Grecia
In carica
Inizio mandato 10 ottobre 1993
Predecessore Grigoris Farakos

Membro del Parlamento Ellenico per Atene B
In carica
Inizio mandato 10 ottobre 1993

Dati generali
Partito politico Partito Comunista di Grecia
Titolo di studio Università di Atene
Professione Politico

Alexandra Paparīga (in greco Αλεξάνδρα "Αλέκα" Παπαρήγα; Atene, 5 novembre 1945) è una politica greca.

Dal 1991 è segretaria generale del KKE risultando la prima donna a coprire tale incarico.[1]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

I genitori erano combattenti della resistenza nazionale e membri del KKE.

Si laureò al corso storico-archeologico della facoltà di filosofia dell'Università di Atene e in seguito lavorò per otto anni in vari uffici contabili. Nello stesso periodo ha esercitato la professione di insegnante privata. Dal 1976 ha lavorato esclusivamente nel partito e in attività sociali.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Paparīga esordì come attivista del movimento per la pace nel 1961 e presto all'organizzazione giovanile della EDA.[2] Fu attiva in varie scuole e movimenti studenteschi fino al colpo di stato militare dei colonnelli nel 1967. Durante tale periodo fu membro del Bureau dell'organizzazione studentesca della giovanile dell'EDA e successivamente del Bureau dell'organizzazione Giovani Studenti democratici "Lambrakis".

Dittatura[modifica | modifica wikitesto]

Si unì al KKE illegalmente nel 1968 durante la dittatura dei colonnelli[1] e fu attiva nel movimento dei familiari dei prigionieri.

Repubblica[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la fine della dittatura, divenne membro del Bureau del Comitato Cittadino dell'Organizzazione dei Partiti di Atene (KOA), e fu attiva nel movimento femminista. Membro fondatore della Federazione delle donne greche, ha partecipato all'organizzazione degli eventi nazionali per la Giornata Internazionale della Donna. È stata tra i leader del movimento femminista fino al 1981, e successivamente fu attiva nel KOA fino al 1991. Durante le sue attività nel movimento femminista, ha partecipato ai congressi internazionali del Women's International Democratic Federation, alle Nazioni Unite, e a molti altri simposi e conferenze internazionali.

Paparīga è divenuta membro del Comitato Centrale del KKE fin dal 10º congresso tenutosi nel maggio 1978 e del Politburo del Comitato Centrale dal 1986. Il 27 febbraio 1991 al 13º congresso del Partito, è stata eletta Segretaria Generale del KKE, ed è stata rieletta a tale carica all'unanimità il 26 maggio 1996 al 15º congresso.[1] Nel febbraio 2009, Paparīga è stata nuovamente rieletta Segretaria Generale al 18º congresso, divenendo così il leader più longevo del partito.[3]

Come candidata del KKE nella circoscrizione di Atene, Paparīga è stata eletta nel Parlamento greco fin dalle elezioni parlamentari del 1993.[1]

Altre informazioni[modifica | modifica wikitesto]

È autrice di due libri sull'emancipazione femminile.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d CV at Hellenic Parliament website Archiviato il 9 marzo 2005 in Internet Archive..
  2. ^ SECRETARY GENERAL OF THE COMMUNIST PARTY OF GREECE Alexandra Papariga, in ANA-MPA, ana-mpa.gr. URL consultato il 9 ottobre 2009.
  3. ^ (EL) Panagiota Bitsika, Τι σημαίνουν οι αλλαγές στο ΚΚΕ, in To Vima, tovima.gr, 24 febbraio 2009. URL consultato il 9 ottobre 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie