al-Husayn ibn Ahmad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Al-Husayn ibn Ahmad (Arabo ﺍلحسين بن أحمد بن عبد اللّه بن محمد بن إسماعيل, al-Ḥusayn ibn Aḥmad b. ʿAbd Allāh b. Muḥammad b. Ismāʿīl), soprannominato al-Zakī (Arabo ﺍﻟﺰكيّ, il Puro), o al-Zakī ʿAbd Allāh, "Il Puro servo di Allah", chiamato altresì al-Ḥusayn al-Raḍī (Arabo ﺍﻟﺮﻀﻲ, "Colui di cui Allah è soddisfatto"), o anche al-Raḍī ʿAbd Allāh, "Colui di cui Allah è soddisfatto, servo di Allāh" (825881) è stato il decimo Imam ismailita.

Nacque nell'825 e succedette al padre Muḥammad al-Taqī nell'840. Morì di malattia nell'881.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Farhad Daftary, A Short History of Ismailism, Edimburgo, Edinburgh University Press, 1996 (trad. ital. Gli Ismailiti, trad. di A. Straface, Venezia, Marsilio, 2011).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie