Agenzia Giornalistica Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Agenzia giornalistica italiana)
Agenzia Giornalistica Italia
Logo
StatoItalia Italia
Fondazione1950 a Roma
Fondata daGiulio de Marzio,
Antonio Verdi, Walter Prosperetti
Sede principaleRoma
Filiali13 sedi in Italia
Persone chiaveMassimo Mondazzi
(Presidente)
Salvatore Ippolito
(AD)
SettoreEditoria
ProdottiAgenzia di stampa
Sito web

L'Agenzia Giornalistica Italia, in acronimo AGI, è un'agenzia di stampa italiana.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1950 da Giulio de Marzio e Walter Prosperetti, e controllata dall'ENI dal 1965, ha sede a Roma ed ha redazioni in 15 capoluoghi di provincia italiani ed una sede estera presso l'Unione europea a Bruxelles. Trasmette quotidianamente dei notiziari su cronaca, politica, economia, finanza, cultura, spettacolo, sport per i mezzi d'informazione e per le aziende.

Oltre all'italiano, l'Agi trasmette notiziari in sei lingue: inglese, cinese, arabo, spagnolo, portoghese, francese. Dal luglio 2016 trasmette anche un telegiornale sul world wide web[1].

Dal luglio 2012 i presidenti sono stati: Gianni Di Giovanni[2]; Massimo Mondazzi (dal 2013), già direttore finanziario del gruppo ENI. Mondazzi è stato confermato dal cda dell'ottobre 2015.

Dal 2013 gli amministratori delegati sono stati: Gianni Di Giovanni (ex presidente)[3]; Alessandro Pica (dall'ottobre 2015[4] all'aprile 2017). Nuovo AD Salvatore Ippolito nominato in data 2 maggio 2017.

Il 2 maggio 2017 il cda di Agi nomina AD Salvatore Ippolito e conferma l'incarico di Presidente a Massimo Mondazzi.[5]

Dal 2005 i direttori dell'agenzia sono stati: Giuliano De Risi (che ha sostituito Vittorio Pandolfi); Roberto Iadicicco, dal 24 novembre 2010[6]; Riccardo Luna, dal 3 ottobre 2016[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]