Adelgonda di Braganza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Infanta Aldegonda
Infanta Adelgundes, Duchess of Guimarães.JPG
Duchessa di Guimarães
Contessa di Bardi
Nascita Brombach, Germania, 10 novembre 1858
Morte Gunten, Berna, Svizzera, 15 aprile 1946
Padre Michele I del Portogallo
Madre Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Consorte Principe Enrico di Parma, Conte di Bardi

Adelgonda di Braganza, il cui nome completo era Adelgonda di Gesù Maria Francesca d'Assisi e di Paola Adelaide Eulalia Leopoldina Carlotta Michela Raffaella Gabriella Gonzaga Agnese Isabella Avelina Anna Stanislaa Sofia Bernardina[1] (Wertheim, 10 novembre 1858Berna, 15 aprile 1946), fu la quinta figlia (e quarta femmina) di Michele del Portogallo e della moglie Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg.

Per nascita membro della dinastia di Braganza, Adelgonda divenne un membro del Casato di Borbone-Parma attraverso il suo matrimonio con il principe Enrico di Borbone-Parma, conte di Bardi.[2][3] Fu inoltre reggente del pretendente michelista al trono e per questo motivo le fu concesso il titolo di Duchessa di Guimarães, solitamente riservato al capo della casata.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Adelgonda sposò il principe Enrico di Borbone-Parma, conte di Bardi, figlio di Carlo III, duca di Parma e della moglie, la principessa Luisa Maria di Borbone-Francia; la cerimonia venne officiata il 15 ottobre 1876 a Salisburgo.[2][3] La loro unione non produsse discendenza,[2][3] anche se essa andò incontro a nove aborti. Enrico era stato sposato in precedenza con la principessa Maria Luisa Immacolata di Borbone-Due Sicilie, morta nel 1874 all'età di diciannove anni, tre mesi dopo il matrimonio.

Reggenza in assenza[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1920 ed il 1928 Adelgonda funse da reggente[4] per conto del nipote e pretendente michelista al trono portoghese, Duarte Nuno, duca di Braganza, che aveva solo dodici anni quando il padre Michele rinunciò alla pretese al trono in favore del figlio. All'inizio della reggenza Adelgonda venne creata Duchessa di Guimarães.[4] Nel 1921 essa pubblicò un manifesto che sottolineava gli obiettivi della Casa di Braganza per la restaurazione della monarchia in Portogallo.

Dopo la morte di Enrico, avvenuta nel 1905, Adelgonda traslocò e trascorse il resto della sua vita a Berna, in Svizzera, dove morì il 15 aprile 1946 all'età di ottantasette anni.

Titoli nobiliari[modifica | modifica wikitesto]

  • 10 novembre 1858 – 15 ottobre 1876: Sua Altezza Reale Infanta Adelgonda di Portogallo
  • 15 ottobre 1876 – 14 aprile 1905: Sua Altezza Reale La Contessa di Bardi, Infanta di Portogallo
  • 14 aprile 1905 – 1920: Sua Altezza Reale La Contessa Madre di Bardi, Infanta di Portogallo
  • 1920 – 15 aprile 1946: Sua Altezza Reale La Duchessa di Guimarães, Contessa Madre di Bardi, Infanta di Portogallo

Antenati[modifica | modifica wikitesto]

Adelgonda di Braganza Padre:
Michele del Portogallo
Nonno paterno:
Giovanni VI del Portogallo
Bisnonno paterno:
Pietro III del Portogallo
Trisnonno paterno:
Giovanni V del Portogallo
Trisnonna paterna:
Maria Anna d'Austria
Bisnonna paterna:
Maria I del Portogallo
Trisnonno paterno:
Giuseppe I del Portogallo
Trisnonna paterna:
Marianna Vittoria di Borbone-Spagna
Nonna paterna:
Carlotta Gioacchina di Borbone-Spagna
Bisnonno paterno:
Carlo IV di Spagna
Trisnonno paterno:
Carlo III di Spagna
Trisnonna paterna:
Maria Amalia di Sassonia
Bisnonna paterna:
Maria Luisa di Borbone-Parma
Trisnonno paterno:
Filippo I di Parma
Trisnonna paterna:
Elisabetta di Borbone-Francia
Madre:
Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Nonno materno:
Costantino, Principe Ereditario di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Bisnonno materno:
Carlo Tommaso, Principe di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Trisnonno materno:
Domenico Costantino, Principe di Löwenstein-Wertheim-Rochefort
Trisnonna materna:
Maria Leopoldina di Hohenlohe-Bartenstein
Bisnonna materna:
Sofia di Windisch-Grätz
Trisnonno materno:
Giuseppe Nicola di Windisch-Grätz
Trisnonna materna:
Leopoldina di Arenberg
Nonna materna:
Agnese di Hohenlohe-Langenburg
Bisnonno materno:
Carlo Ludovico I di Hohenlohe-Langenburg
Trisnonno materno:
Cristiano Alberto di Hohenlohe-Langenburg
Trisnonna materna:
Carolina di Stolberg-Gedern
Bisnonna materna:
Amalia Enrichetta di Solms-Baruth
Trisnonno materno:
Giovanni Cristiano II di Solms-Baruth
Trisnonna materna:
Federica di Reuss-Köstritz

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ in lingua portoghese Adelgundes de Jesus Maria Francisca de Assis e de Paula Adelaide Eulália Leopoldina Carlota Micaela Rafaela Gabriela Gonzaga Inês Isabel Avelina Ana Estanislau Sofia Bernardina
  2. ^ a b c Darryl Lundy, Adelgunde de Bragança, Infanta de Portugal, su thePeerage.com; consultato il 9 novembre 2009
  3. ^ a b c Paul Theroff, "PORTUGAL", Paul Theroff's Royal Genealogy Site su pages.prodigy.net; consultato il 9 novembre 2009
  4. ^ a b Martin K. I. Christensen, "WOMEN IN POWER: 1900-1940", Worldwide Guide to Women in Leadership, su www.guide2womenleaders.com; consultato il 9 novembre 2009

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]