Adela Noriega

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Adela Amalia Noriega Méndez, nota come Adela Noriega (Città del Messico, 24 ottobre 1969), è un'attrice messicana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suo padre è morto quando lei era ancora una bambina, lasciandola sola con la madre, una sorella di due anni più grande e un fratello più piccolo.[1] È stata scoperta a 12 anni da un'agenzia pubblicitaria mentre si trovava con la madre in un centro commerciale. Ha iniziato la sua carriera come modella nelle pubblicità e nei fotoromanzi.[2]

Ebbe il suo primo ruolo da attrice a 14 anni nella telenovela principessa e nella serie televisive, ¡¡Cachún cachún ra ra!! (1984). Nel 1985, è stata proclamata "attrice esordiente dell'anno", un importante premio della rivista Heraldo. Nel 1987, ebbe il primo ruolo da protagonista nella miniserie Yesenia e un altro ancora in La debuttante, la prima telenovela per adolescenti.[3] Nel 1989, ottenne il ruolo di 'Lucero Sandoval' in altra telenovela per ragazzi, Dulce Desafío.[4]

Nel 1993, firmò un contratto con la rete televisiva americana, Telemundo, per il ruolo di protagonista in Il segreto della nostra vita.[5] Nel 1995, lavorò in Colombia recitando in Maria Bonita.[2] Nel 1997 ritornò a lavorare con la Televisa e recitò in un remake di María Isabel, con Fernando Carrillo. Ricevette un premio TVyNovelas nel 1999, per il suo ruolo in Libera di amare, per "la migliore giovane attrice protagonista."[1]

Nel 2001, recitò in El manantial per il quale ricevtte un altro premio TVyNovelas, tra gli altri. Nel 2004, ritornò nel ruolo di Matilde Peñalver y Beristáin, nella serie storica, Amor real.[6] Il suo successo è quindi legato ai molti ruolo avuti nelle telenovelas. Recitò anche il ruolo principale di Sofía Elizondo in Fuego en la sangre, nel 2008.[7]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

  • Los amantes del señor de la noche, regia di Isela Vega (1984)
  • Un sabado mas, regia di Sergio Véjar - Lucía (1986)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Telenovelas e miniserie[modifica | modifica wikitesto]

  • Principessa (1984)
  • Juana Iris (1985)
  • Yesenia - Yesenia (1987)
  • La debuttante (Quinceańera) (1987-1988)
  • Dulce desafío (1988-1989)
  • Il segreto della nostra vita; altro titolo: Guadalupe (Guadalupe) (1993-1994)
  • María Bonita (1994-1995)
  • María Isabel (1997-1998)
  • Libera di amare; altro titolo: Il privilegio di amare (El privilegio de amar) (1998-1999)
  • El manantial (2001-2002)
  • Amor real (2003)
  • La esposa virgen (2005)
  • Fuego en la sangre (2008)

Telefilm[modifica | modifica wikitesto]

  • ¡¡Cachún cachún ra ra!! - Adela (1984-1987)

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Premi TVyNovelas[modifica | modifica wikitesto]

(Riferimento:[1][7][8])

Anno Categoria Titolo Risultato
1986 Migliore attrice rivelazione Juana Iris Nominata
1987 Migliore giovane attrice Yesenia Nominata
1988 Migliore giovane attrice La debuttante Vinto
1990 Migliore giovane attrice Dulce desafío Vinto
1998 Migliore giovane attrice Maria Isabel Vinto
1999 Migliore attrice protagonista Libera di amare Vinto
2002 Migliore attrice protagonista El manantial Vinto
2004 Migliore attrice protagonista Amor real Vinto
2006 Migliore attrice protagonista La esposa virgen Nominata
2009 Migliore attrice protagonista Fuego en la sangre Nominata

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Imdb.com, Biography, su imdb.com. URL consultato il 5 aprile 2013.
  2. ^ a b (ES) El Tiempo, Archivo, su eltiempo.com, 3/04/ 1995. URL consultato il 5 aprile 2013.
  3. ^ (ES) Associated Press, Historias que dejan huella, El Siglo de Torreón. URL consultato il 5 aprile 2013.
  4. ^ (ES) Adelaido Martínez, La telenovela juvenil mexicana: Historias para un público olvidado, Filmeweb.net. URL consultato il 5 aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 24 aprile 2012).
  5. ^ (FR) Ayla Mrabet, Télévision. Ces séries chéries, TelQuel. URL consultato il 5 aprile 2013 (archiviato dall'url originale l'11 dicembre 2013).
  6. ^ (ES) Formulatv.com, La 1 recupera la telenovela 'Amor real' para tratar de levantar sus tardes, su formulatv.com, 19 luglio 2012. URL consultato il 5 aprile 2013.
  7. ^ a b (ES) El Universal, La cara angelical que asegura el éxito de sus telenovelas, su eluniversal.com.mx. URL consultato il 5 aprile 2013.
  8. ^ (ES) Gerardo Pérez Fonseca, Un Manantial de éxitos en el 2002, Univision.com. URL consultato il 5 aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 3 maggio 2013).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN229382000 · ISNI (EN0000 0003 6502 1892 · LCCN (ENno2011191299 · BNF (FRcb165099800 (data) · WorldCat Identities (ENno2011-191299