Amor real

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amor real
Amor real.jpg
Titolo originaleAmor real
PaeseMessico
Anno2003
Formatoserial TV
Generetelenovela
Stagioni1
Puntate95
Durata60 min
Lingua originalespagnolo
Rapporto4:3
Crediti
IdeatoreCaridad Bravo Adams
María Zarattini
RegiaMónica Miguel
Eric Morales
Interpreti e personaggi
ProduttoreCarla Estrada
Casa di produzioneTelevisa
Prima visione
Dal9 giugno 2003
Al17 ottobre 2003
Rete televisivaCanal de las Estrellas
Opere audiovisive correlate
OriginariaBodas de odio (1983)
RemakeLo que la vida me robó (2013-2014)

Amor real è un serial televisivo messicano del 2003.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il serial è di genere telenovela ed è stato prodotto in Messico da Televisa. Venne trasmesso in prima visione nel 2003. La serie è stata un successo in molte parti del mondo.

Gli interpreti principali sono Adela Noriega, Fernando Colunga e Mauricio Islas. La telenovela è il rifacimento della precedente telenovela Bodas de odio del 1983. Basata su una storia originale di Caridad Bravo Adams, è stata adattata per questa versione da María Zarattini e prodotta da Carla Estrada. La sigla della telenovela si intitola Amor real ed è cantata dal gruppo musicale Sin Bandera.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ambientata in Messico, in un'epoca di profondo romanticismo, il XIX secolo, il serial narra la storia di Matilde (interpretata da Adela Noriega) che, sfidando le regole dell'aristocrazia alla quale appartiene, si innamora di Adolfo (interpretato da Mauricio Islas), semplice soldato senza alcuna ricchezza. Matilde spera che il padre, buono e leale, le permetta di sposare l'uomo che ama, ma la madre, Augusta (interpretata da Helena Rojo), vuole per lei un marito ricco al solo scopo di salvare la famiglia dalla bancarotta.

Manuel Fuentes Guerra (interpretato da Fernando Colunga) è il candidato perfetto: è un giovane erede di un'immensa fortuna. Augusta non sa che Manuel è il figlio illegittimo del ricco proprietario terriero Joaquín Fuentes Guerra (interpretato da Julio Alemán) e frutto di una violenza subita per sue mani da una povera ragazza. Ricorrendo ad ogni genere di intrigo, la perfida Augusta e il figlio Humberto (interpretato da Ernesto Laguardia) riescono nell'intento di mandare Adolfo in galera e fanno credere a Matilde che lui è già sposato e padre di famiglia. In preda alla disperazione, Matilde si arrende alla volontà della madre ed acconsente al matrimonio con Manuel, che ha provveduto a saldare i debiti della sua famiglia.

Intanto, Adolfo scappa di prigione e si reca da Matilde, la quale è convolata a nozze con il rivale. Riesce a vedere l'amata in segreto e a chiarire la sua posizione, giurandole amore eterno. I due giovani decidono di scappare insieme, ma Manuel li scopre e porta Matilde via con sé nella sua tenuta per consumare la prima notte di nozze. Dopo un'intensa e frenetica ricerca, Adolfo finalmente riesce a trovare Matilde e per portarla via con sé fa credere a Manuel, all'oscuro della sua vera identità, di essere il nuovo amministratore della sua tenuta.

Allo stesso tempo Matilde e Manuel scoprono di essere stati vittime dei raggiri di Augusta e di Humberto. Con il passare del tempo, e di fronte ai continui tentativi di Manuel per conquistare il cuore della moglie, Matilde si rende conto di non amare più Adolfo, ma di essere profondamente innamorata del proprio marito.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Televisa ha pubblicato su DVD una versione ridotta di 410 minuti, in diversi idiomi, tra cui anche l'italiano.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione