Abdullah Ahmad Badawi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Abdullah Ahmad Badawi

Primo ministro della Malaysia
Durata mandato31 ottobre 2003 –
3 aprile 2009
MonarcaTuanku Syed Sirajuddin
Mizan Zainal Abidin di Terengganu
PredecessoreMahathir Mohamad
SuccessoreNajib Razak

Vice Primo ministro della Malaysia
Durata mandato29 gennaio 1999 –
31 ottobre 2003
MonarcaSalahuddin di Selangor
Tuanku Syed Sirajuddin
Capo del governoMahathir Mohamad
PredecessoreAnwar Ibrahim
SuccessoreNajib Razak

Segretario generale del Movimento dei Paesi Non Allineati
Durata mandato31 ottobre 2003 –
15 settembre 2006
PredecessoreMahathir Mohamad
SuccessoreFidel Castro

Dati generali
Prefisso onorificoTun
Partito politicoUnited Malays National Organisation
UniversitàUniversità di Malaya

Abdullah Ahmad Badawi (Bayan Lepas, 26 novembre 1939) è un politico malese.

Ha ricoperto la carica di Primo Ministro della Malaysia dal 2003 al 2009. È stato anche presidente del partito UMNO. Dal 2003 al 2006 è stato segretario del Movimento dei paesi non allineati. Ha ricoperto diversi incarichi ministeriali fin dagli anni '80.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze malesi[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Ordine del Difensore del Reame - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine del Difensore del Reame
— 1971[1]
Ufficiale dell'Ordine del Difensore del Reame - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine del Difensore del Reame
— 1975[1]
Gran Commendatore dell'Ordine del Difensore del Reame - nastrino per uniforme ordinaria Gran Commendatore dell'Ordine del Difensore del Reame
— 2009[1]
Gran Commendatore dell'Ordine Famigliare Reale di Johor (Johor) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Commendatore dell'Ordine Famigliare Reale di Johor (Johor)
— 2004
Membro dell'Ordine Supremo al Merito di Kedah (Kedah) - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine Supremo al Merito di Kedah (Kedah)
— 2006
Membro dell'Ordine Famigliare Reale di Kelantan (Kelantan) - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine Famigliare Reale di Kelantan (Kelantan)
— 2006[1]
Cavaliere Gran Commendatore del Premiato ed Esaltato Ordine di Malacca (Malacca) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Gran Commendatore del Premiato ed Esaltato Ordine di Malacca (Malacca)
— 2004
Gran Cavaliere Principale dell'Ordine della Lealtà a Negeri Sembilan (Negeri Sembilan) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cavaliere Principale dell'Ordine della Lealtà a Negeri Sembilan (Negeri Sembilan)
— 2000
Gran Cavaliere dell'Ordine del Sultano Ahmad Shah di Pahang (Pahang) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cavaliere dell'Ordine del Sultano Ahmad Shah di Pahang (Pahang)
— 1999
Membro dell'Ordine del Difensore dello Stato (Penang) - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine del Difensore dello Stato (Penang)
— 1979
Compagno dell'Ordine del Difensore dello Stato (Penang) - nastrino per uniforme ordinaria Compagno dell'Ordine del Difensore dello Stato (Penang)
— 1981
Commendatore dell'Ordine del Difensore dello Stato (Penang) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine del Difensore dello Stato (Penang)
— 1997
Cavaliere Gran Commendatore dell'Ordine del Difensore dello Stato (Penang) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Gran Commendatore dell'Ordine del Difensore dello Stato (Penang)
— 2004
Membro di Classe Ordinaria dell'Ordine Famigliare di Perak del Sultano Azlan Shah (Perak) - nastrino per uniforme ordinaria Membro di Classe Ordinaria dell'Ordine Famigliare di Perak del Sultano Azlan Shah (Perak)
— 2003
immagine del nastrino non ancora presente Cavaliere Gran Compagno dell'Ordine Famigliare Reale di Perlis del Valoroso Principe Syed Putra Jamalullail
— 2001
Gran Commendatore dell'Ordine di Kinabalu (Sabah) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Commendatore dell'Ordine di Kinabalu (Sabah)
— 1999
Cavaliere Gran Commendatore dell'Ordine della Stella di Bucero di Sarawak (Sarawak) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Gran Commendatore dell'Ordine della Stella di Bucero di Sarawak (Sarawak)
— 2003
Cavaliere Gran Commendatore dell'Ordine del Sultano Salahuddin Abdul Aziz Shah (Selangor) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Gran Commendatore dell'Ordine del Sultano Salahuddin Abdul Aziz Shah (Selangor)
— 1992
Cavaliere Gran Commendatore dell'Ordine della Corona di Selangor (Selangor) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Gran Commendatore dell'Ordine della Corona di Selangor (Selangor)
— 2000
Sri Utama dell'Ordine del sultano Mizan Zainal Abidin di Terengganu - nastrino per uniforme ordinaria Sri Utama dell'Ordine del sultano Mizan Zainal Abidin di Terengganu
— 2005
Gran Cavaliere dell'Ordine della Corona Territoriale (Territorio Federale) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cavaliere dell'Ordine della Corona Territoriale (Territorio Federale)
— 2010

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Gran Croce dell'Ordine al Merito (Cile) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine al Merito (Cile)
— 1994
Ordine dell'Amicizia (Corea del Nord) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dell'Amicizia (Corea del Nord)
— 1997
immagine del nastrino non ancora presente Medaglia Kwangha (Corea del Nord)
— 1983
Ordine di José Martí (Cuba) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di José Martí (Cuba)
— 2004
Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Sacro Tesoro (Giappone) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Sacro Tesoro (Giappone)
— 1991
Cavaliere di II Classe dell'ordine della Stella della Repubblica di Indonesia (Indonesia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di II Classe dell'ordine della Stella della Repubblica di Indonesia (Indonesia)
— 2007
Cavaliere di Gran Cordone dell'Ordine dell'Elefante Bianco (Thailandia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Cordone dell'Ordine dell'Elefante Bianco (Thailandia)
— 1994

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Semakan Penerima Darjah Kebesaran, Bintang dan Pingat Persekutuan., su istiadat.gov.my. URL consultato il 2 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2019).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN119263608 · ISNI (EN0000 0001 1497 5050 · LCCN (ENn89120654 · GND (DE130656097 · J9U (ENHE987007459522305171 · WorldCat Identities (ENlccn-n89120654