Abbattimento dello Junkers Ju 52 OH-ALL della Aero O/Y

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kaleva
OH-ALL Kaleva 1930s.jpg
Il Kaleva nel 1939 all'aeroporto di Malmi.
Data14 giugno 1940
Ora16:20 UTC+2
TipoAbbattimento per opera di aerei da caccia
LuogoPresso l'isola di Keri nel Golfo di Finlandia.
StatoEstonia Estonia
Coordinate59°47′01″N 25°01′06″E / 59.783611°N 25.018333°E59.783611; 25.018333Coordinate: 59°47′01″N 25°01′06″E / 59.783611°N 25.018333°E59.783611; 25.018333
Tipo di aeromobileJunkers Ju 52-3/mge
Nome dell'aeromobileKaleva
OperatoreAero O/Y
Numero di registrazioneOH-ALL
PartenzaAeroporto di Tallinn, Tallinn Estonia
DestinazioneAeroporto di Malmi, Helsinki Finlandia
Passeggeri7
Equipaggio2
Vittime9
SopravvissutiNessuno
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Estonia
Abbattimento dello Junkers Ju 52 OH-ALL della Aero O/Y
http://fly.historicwings.com/2013/06/the-kaleva-shootdown/
voci di incidenti aerei presenti su Wikipedia

Con incidente dello Junkers Ju 52 OH-ALL della Aero O/Y ci si riferisce all'abbattimento del trimotore Junkers Ju 52-3/mge con marche OH-ALL della compagnia finlandese Aero O/Y avvenuto il 14 giugno 1940. L'aereo, che operava un volo civile fra Tallinn, Estonia, e Helsinki, Finlandia, venne intercettato e attaccato da due bombardieri sovietici Ilyushin DB-3T che lo abbatterono sulle acque del golfo di Finlandia, non lontano dall'isola estone di Keri. Pur non essendo la Finlandia in stato di guerra con l'Unione Sovietica dato che la guerra d'Inverno era terminata due mesi prima e la guerra di continuazione sarebbe cominciata solo l'anno successivo, la sua politica estera rimaneva comunque legata alle Potenze dell'Asse, mentre l'Estonia sarebbe stata invasa due giorni dopo l'abbattimento del Kaleva dalle truppe sovietiche. Anche se l'aereo finlandese era fuori dallo spazio aereo sovietico, l'Estonia comunque chiese ore 16:20 UTC+2 il controllo del suo spazio aereo all'Unione Sovietica[Non chiaro.][1]

Ricostruzione cronologica dell'avvenimento[modifica | modifica wikitesto]

I fatti riportati avvennero il 14 giugno 1940, ora di Tallinn (UTC+2):[1]:

  • alle ore 13:54 il Kaleva decolla dall'aeroporto di Tallinn;
  • alle ore 14:05 il Kaleva richiede istruzioni all'aeroporto di Tallinn;
  • alle ore 14:05 due bombardieri sovietici Ilyushin DB-3T intercettano il Kaleva e lo abbattono;
  • 14:05-55: in questo lasso di tempo il Kaleva precipita affondando nelle acque del golfo di Finlandia vicino al confine con le acque territoriali estoni.

Poco dopo sul luogo dell'evento giunse il sottomarino sovietico Shch-301 che ispezionò tre navi di pescatori estoni presenti sul posto; nello stesso momento il pilota finlandese Ilmari Juutilainen sorvolò la zona dell'abbattimento con il suo aereo da caccia Brewster Buffalo decollato da Helsinki e, avvistato il sommergibile sovietico, rientrò nello spazio aereo finlandese.

Memoriale alle vittime del Kaleva nell'isola estone di Keri.

I passeggeri[modifica | modifica wikitesto]

Nazionalità degli occupanti
Nazionalità Passeggeri Equipaggio Totale Vittime
Estonia Estonia 1 0 1 1
Finlandia Finlandia 0 2 2 2
Francia Francia 2 0 2 2
Germania Germania 2 0 2 2
Svezia Svezia 1 0 1 1
Stati Uniti Stati Uniti 1 0 1 1
TOTALE 7 2 9 9

L'equipaggio era formato da due finlandesi, il comandante Bo von Willebrand e il suo secondo Tauno Launis, a bordo come passeggeri c'erano due imprenditori tedeschi, due corrieri dell'ambasciata francese, il diplomatico statunitense Henry W. Antheil, Jr. che lavorava nella legazione USA a Helsinki e fratello minore del compositore George Antheil, un corriere dell'ambasciata svedese con nazionalità finlandese e una donna estone che stava andando al funerale del padre a Helsinki[2][3]. Il diplomatico francese aveva a bordo 120 kg di documenti diplomatici, inoltre a bordo c'erano 2 medaglie d'oro, 2.000 marchi finlandesi, 10.000 lei romeni, 13.500 franchi francesi, 100 dinari jugoslavi, 90 lire italiane, 75 dollari statunitensi, 521 rubli sovietici e 10 corone estoni, tutti gli oggetti vennero ritrovati e portati dalla motovedetta sovietica Sneg a Kronštadt sede (fino al 1945) della Flotta del Baltico[4].

L'equipaggio del Kaleva poco prima della partenza per l'ultimo volo.

Recupero dei resti dell'aereo[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2004 si pensò di aver recuperato nelle acque del golfo di Finlandia i resti dell'aereo, ma poco i resti ritrovati vennero riconosciuti come non appartenenti al Kaleva[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]