ASTRAL

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
ASTRAL S.p.A.
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni unipersonale
Fondazione2002
Sede principaleRoma
Persone chiaveAntonio Mallamo (amministratore unico)
Fatturato 18,3 milioni[1] (2019)
Utile netto 492 710[2] (2019)
Dipendenti205[1] (2019)
Sito webwww.astralspa.it/

ASTRAL (acronimo di Azienda STRAde Lazio)[3] è un'azienda pubblica italiana, società in house della regione Lazio, che ne è socio unico, incaricata di progettare e realizzare nuovi collegamenti stradali nel Lazio nonché di mantenere e gestire quelli esistenti.[4]

Nel 2019 la regione Lazio ha deciso di affidare ad ASTRAL la gestione dell'infrastruttura delle ferrovie Roma-Lido e Roma-Civita Castellana-Viterbo, operando congiuntamente con ATAC dal 1º gennaio al 1º luglio 2020 per poi subentrare come unico gestore.[5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda è stata fondata nel 2002 su iniziativa del Presidente della Regione Lazio Francesco Storace per gestire le centinaia di chilometri di strade regionali, inclusi circa 684 km ceduti dall'ANAS nel 2001 alla regione Lazio e poi riclassificati nel 2019, rientranti nella rete viaria regionale.[6]

Nel dicembre 2013 la Corte dei conti ha riscontrato un debito di circa 10 milioni e 200 mila euro[7] analizzando il bilancio del 2011.[8] Il debito ha portato alla provvisoria non-approvazione del bilancio del 2012 che avrebbe portato verso il fallimento della società. Il bilancio è stato poi approvato proprio nel dicembre 2013.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Relazione sulla gestione 2019 (PDF), su astralspa.it. URL consultato il 6 settembre 2020.
  2. ^ Bilancio e rendiconto finanziario 2019 (PDF), su astralspa.it. URL consultato il 6 settembre 2020.
  3. ^ Nota integrativa al Bilancio di esercizio chiuso al 31/12/2019 (PDF), su astralspa.it. URL consultato il 6 settembre 2020.
  4. ^ Azienda Strade Lazio - ASTRAL S.p.A. [collegamento interrotto], su www.trail.unioncamere.it, Unioncamere. URL consultato il 18 febbraio 2020.
  5. ^ Deliberazione 1 ottobre 2019, n. 689
  6. ^ Lazio: Tornano in gestione ad ANAS 684 km di strade regionali e provinciali, in ANAS, 5 febbraio 2019. URL consultato il 15 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2019).
  7. ^ Riferiti alle perdite contratte nel 2012
  8. ^ Matteo Marini, Sprechi e dirigenti sotto inchiesta: la storia dell'ASTRAL, in Wild Italy, 18 marzo 2014. URL consultato il 18 febbraio 2020.
  9. ^ Astral distrutta dalle consulenze, in Il Tempo, 2 dicembre 2013. URL consultato il 18 febbraio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]