Xochipala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg
Xochipala in relation to other Formative Period archaeological sites.

Xochipala è un sito archeologico nello stato messicano di Guerrero.[1]

Sito archeologico[modifica | modifica sorgente]

La zona di Organera Xochipala prende il nome dal vicino villaggio di Xochipala e dalla pianta locale, il cactus a organo. A differenza delle figurine in stile Xochipala, datate intorno al Periodo Formativo o Preclassico dal 1500 a.C. al 200 a.C., il sito appartiene al Periodo Classico e Postclassico dal 200 al 1400. [2] A metà del ventesimo secolo il sito venne depredato e 20.000 pezzi vennero rubati. [3] Nel sito è stato scoperto un arco a mensola, una innovazione generalmente attribuita ai Maya.

Figurine del Periodo Formativo[modifica | modifica sorgente]

Due figurine risalenti al 13-10 secolo a.C.

Lo stile di Xochipala è caratterizzato dai temi riguardanti la natura,[4]

La prima figurina riscoperta venne comprata nello stato di Guerrero da William Niven nel 1897 e venduta al Peabody Museum nel 1903. Nessuna figura è stata trovata in contesto archeologico ma solo tramite i collezionisti e i commercianti. [5] La data più antica associata con ogni figurina è il 1500 a.C., [6] basandosi sulla caratteristica stilistica e composizionale.

Molte delle figurine erano state modellate inizialmente senza rappresentare i vestiti, che venivano "applicati" in seguito.[7]

Possibili origini Olmeche[modifica | modifica sorgente]

Una donna, spesso identificata come giocatrice con la palla, risalente al 10 - 9 secolo a.C. o al 15 - 10 secolo.[8]

Nel suo libro pubblicato nel 1972, Carlo Gay attribuì l'arte sofisticata delle figure di Xochipala a una cultura precedente a quella degli Olmechi.[9] Secondo Gay, le figurine naturalistiche della "Xochipala primordiale" cambiarono stile nei secoli stilizzandosi in uno stile di "Tarda Xochipala", che portarono l'archeologo Gillett Griffin a chiamare questa arte come "astratta", "ideale" e "artificiale" di tipo olmeco.[10]

David Grove invece suggerisce che le figure più antiche vennero influenzate da "tradizioni della forgiatura della ceramica sofisticate dell'America Meridionale del nord", una idea che non è largamente condivisa dalla comunità di archeologi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Griffin (1985). p. 213.
  2. ^ Rosa María Reyna-Robles (2003) fornisce le date. Pool, p. 306, : "Gli scavi archeologici non hanno dato riscontri riguardo a un orizzonte Olmeco a [Organera] Xochipala."
  3. ^ Rosa María Reyna-Robles (sito web).
  4. ^ Griffin, p. 309. Parsons, p. 176.
  5. ^ Griffin, p. 303.
  6. ^ Miller (p. 32) indica la data del 1500 a.C.
  7. ^ Griffin, p. 306.
  8. ^ Parsons et al., p. 176.
  9. ^ Il libro di Gay, Xochipala: The Beginnings of Olmec Art.
  10. ^ Griffin,p. 306 & 309.

Coordinate: 17°49′00″N 99°37′00″W / 17.816667°N 99.616667°W17.816667; -99.616667

Conquista spagnola delle Americhe Portale Conquista spagnola delle Americhe: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Conquista spagnola delle Americhe