William Froude

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
William Froude

William Froude (Dartington, 28 novembre 1810Simon's Town, 4 maggio 1879) è stato un ingegnere britannico.

William Froude è stato un ingegnere idrodinamico e un architetto navale.
È stato colui che per primo ha formulato delle leggi affidabili sulla resistenza che l'acqua offre alle navi (simile all'equazione della velocità delle carene), e per prevedere la loro stabilità.

Froude nacque a Dartington, Devon (Inghilterra) e frequentò la Westminster School e l'Oriel College a Oxford, laureandosi con il massimo dei voti nel 1832.

Nel 1876 ricevette in premio la Royal Medal assieme a C. Wyville Thomson.

Un tipo particolare di freno idrodinamico che viene utilizzato per eseguire la misura della potenza delle turbine idrauliche porta il suo nome: freno idraulico di tipo Froude[1]. Questo freno idraulico può essere detto anche di tipo a celle oppure vorticellare.

Morì nel 1879, durante una vacanza (come ospite ufficiale della Marina Reale inglese) a Simonstown, in Sudafrica, e fu lì sepolto ricevendo i massimi onori della Marina. William Froude era fratello di James Anthony Froude, uno storico, e di Hurrel Froude, scrittore e sacerdote.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Alessandro Giadrossi - Turbine idrauliche turbomacchine operatrici - Edizioni Goliardiche, 2007

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Derek K Brown, and Lambert, Andrew, Oxford Dictionary of National Biography, Oxford University Press, 2004.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 45083093 LCCN: nb2008008606