We Rule the Night

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
We Rule the Night

Artista Sonic Syndicate
Tipo album Studio
Pubblicazione 27 agosto 2010
Durata 40 min : 24 s
Dischi 1
Tracce 11
Genere Alternative metal
Metalcore
Etichetta Nuclear Blast
Produttore Toby Wright
Sonic Syndicate - cronologia
Album precedente
(2008)
Album successivo
Singoli
  1. Revolution, Baby
    Pubblicato: 2010
  2. My Own Life
    Pubblicato: 2010
  3. Turn It Up
    Pubblicato: 2010

We Rule the Night è il quarto album in studio della band svedese Sonic Syndicate, pubblicato il 27 agosto del 2010 dalla Nuclear Blast. È il primo album del gruppo registrato con il cantante Nathan J. Biggs, subentrato nel 2009 dopo l'uscita dell'ex frontman Roland Johansson.

Dopo l'uscita dell'album, Richard Sjunnesson lo ha criticato per la piega "pop" che il gruppo ha assunto.[1]

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Beauty And The Freak - 3:32
  2. Revolution, Baby - 3:24
  3. Turn It Up - 3:38
  4. My Own Life - 3:46
  5. Burn This City - 3:29
  6. Black And Blue - 3:29
  7. Miles Apart - 3:39
  8. Plans Are For People - 4:11
  9. Leave Me Alone - 3:56
  10. Break Of Day - 3:20
  11. We Rule The Night - 4:00

Edizione Limitata[modifica | modifica sorgente]

  • Dead and Gone - 3:36

Edizione Giapponese[modifica | modifica sorgente]

  • Dead and Gone - 4:46
  • Perfect Alibi - 4:41

DVD[modifica | modifica sorgente]

  • "Studio Report" (Making of "We Rule the Night")
  • "My Own Life" (Video)
  • "Revolution, Baby" (Video)
  • "Burn This City" (Video)
  • "Photo Gallery"

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ SONIC SYNDICATE - Richard Sjunnesson critica e lascia la band! #SONICSYNDICATE