Vovousa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vovousa
frazione
Βωβούσα
Localizzazione
Stato Grecia Grecia
Periferia Epiro
Unità periferica Giannina
Comune Zagori
Territorio
Coordinate 39°56′N 21°03′E / 39.933333°N 21.05°E39.933333; 21.05 (Vovousa)Coordinate: 39°56′N 21°03′E / 39.933333°N 21.05°E39.933333; 21.05 (Vovousa)
Abitanti 179 (2001)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Vovousa

Vovousa (in greco: Βωβούσα, in arumeno: Baiesa o Baiasa) è una ex comunità della Grecia nella periferia dell'Epiro (unità periferica di Giannina) con 179 abitanti secondo i dati del censimento 2001.[1]

È stata soppressa a seguito della riforma amministrativa, detta piano Kallikratis, in vigore dal gennaio 2011[2] ed è ora compresa nel comune di Zagori.

Il nome deriva probabilmente da "Voiousa" o "Vovousa" (nomi alternativi per il fiume Aoos) connesso alla parola greca "vous" (greco: ΒOYΣ) per "toro"[3]. Una zona di tori o di bestiame sarebbe chiamato vovous in greco, con la forma accusativa "vovousa" che ha sostituito il nominativo durante il periodo bizantino.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Vovousa si trova sul fiume Aoos ed è uno dei villaggi più orientali di Zagori. Si trova vicino al Parco Nazionale di Valia Kalda. L'unico ponte ad arco in pietra di Misios è stato costruito nel 1748 con una donazione da Alexis Mitsios da Vitsa[4].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Dopo la sottomissione di Zagori ai turchi nel 1821, in seguito alla caduta di Ali Pasha e alla guerra d'indipendenza greca, Vovousa venne impoverita dalle incursioni albanesi e arrivò ad essere quasi deserta. Il villaggio fu bruciato dai tedeschi il 23 ottobre 1943 [5].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Censimento 2001. URL consultato il 2 maggio 2011.
  2. ^ piano Kallikratis. URL consultato il 2 maggio 2011.
  3. ^ A.Kathareios (Inspector of the 1st educational region of Epirus) Report of Inspection of Zagorohoria in 1913
  4. ^ Βασίλης Μηνακάκης, Ζαγοροχώρια, Explorer, 2006, p. 139.
    «It is also located near the National Park of Valia Kalda. The single-arched stone bridge of Mitsios was built in 1748 with a donation by Alexis Mitsios from Vitsa».
  5. ^ Βασίλης Μηνακάκης, Ζαγοροχώρια, Explorer, 2006, p. 139.
    «After the submission of Zagori to the Turks in 1821, following the fall of Ali Pasha and the Greek War of Independence Vovousa became impoverished due to Albanian raids and was nearly deserted. The village was burnt by the Germans in 23 October 1943».

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Grecia Portale Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grecia