Vincenzo Silvano Casulli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Asteroidi scoperti[1][2]: 184
6339 Giliberti 20 settembre 1993
6530 Adry 12 aprile 1994
6877 Giada 10 ottobre 1994
6929 Misto 31 ottobre 1994
7600 Vacchi 9 settembre 1994
7665 Putignano 11 ottobre 1994
7961 Ercolepoli 10 ottobre 1994
8569 Mameli 1 ottobre 1996
8716 Ginestra 23 settembre 1995
8742 Bonazzoli 14 febbraio 1998
9121 Stefanovalentini 24 febbraio 1998
10386 Romulus 12 ottobre 1996
11142 Facchini 7 gennaio 1997
11328 Mariotozzi 19 ottobre 1995
11578 Cimabue 4 marzo 1994
12384 Luigimartella 10 ottobre 1994
13197 Pontecorvo 17 febbraio 1997
13653 Priscus 9 febbraio 1997
13684 Borbona 27 agosto 1997
14088 Ancus 3 maggio 1997
14498 Bernini 28 febbraio 1995
15007 Edoardopozio 5 luglio 1998
15353 Meucci 22 novembre 1994
15854 Numa 15 febbraio 1996
15869 Tullius 8 agosto 1996
17556 Pierofrancesca 16 novembre 1993
17649 Brunorossi 17 ottobre 1996
18169 Amaldi 20 agosto 2000
18509 Bellini 14 settembre 1996
18596 Superbus 21 gennaio 1998
21219 Mascagni 28 novembre 1994
21311 Servius 4 dicembre 1996
23564 Ungaretti 6 novembre 1994
24826 Pascoli 22 agosto 1995
24946 Foscolo 1 luglio 1997
25312 Asiapossenti 22 dicembre 1998
29347 Natta 5 marzo 1995
29361 Botticelli 9 febbraio 1996
29470 Higgs 26 ottobre 1997
31319 Vespucci 20 aprile 1998
50866 Davidesprizzi 1 aprile 2000
58417 Belzoni 25 gennaio 1996
152227 Argoli 24 settembre 2005
168261 Puglia 15 agosto 2006
181241 Dipasquale 28 ottobre 2005
184620 Pippobattaglia 10 settembre 2005
185448 Nomentum 25 dicembre 2006
199677 Terzani 20 aprile 2006
199900 Brunoganz 8 aprile 2007
210182 Mazzini 26 ottobre 2006
214819 Gianotti 10 novembre 2006
225076 Vallemare 8 maggio 2007

Vincenzo Silvano Casulli (noto anche come Silvano Casulli; Putignano, 1944) è un astronomo amatoriale italiano.

Il Minor Planet Center gli accredita la scoperta di centottantaquattro asteroidi, effettuate tra il 1993 e il 2000.

Nel 1985 ha fatto parte del team del Transition Comets -- UV Search for OH Emissions in Asteroids, uno studio svolto col Telescopio Spaziale Hubble che intendeva verificare l'esistenza di asteroidi che in passato erano comete.

È stato il primo astronomo amatoriale a ottenere precise misurazioni astrometriche dei corpi minori usando una camera CCD.

Gli è stato dedicato l'asteroide 7132 Casulli.[3][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lista alfabetica degli scopritori di asteroidi, IAU Minor Planet Center. URL consultato il 5 gennaio 2014.
  2. ^ Dati aggiornati al 5 gennaio 2014. Nell'elenco appaiono solamente gli asteroidi con denominazione definitiva.
  3. ^ IAU, Scheda sinottica di 7132 Casulli. URL consultato il 5 gennaio 2014.
  4. ^ Lutz D. Schmadel, Dictionary of minor planet names (pagina 578). URL consultato il 5 gennaio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]