Vade retro Satana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La locuzione latina Vade retro Satana, tradotta letteralmente, significa "Arretra Satana", oppure "Vai indietro, torna indietro Satana".

Si tratta di un versetto biblico secondo la traduzione latina detta Vulgata. Pietro apostolo cerca di opporsi a Gesù quando questi annuncia che avrebbe dovuto essere ucciso, e Gesù subito risponde a Pietro apostrofandolo duramente con queste parole, in cui l'appellativo "Satana" si riferisce proprio a Pietro. Il testo latino dei versetti in questione è il seguente:

Dal tenore verbale del testo (vade post me, vade retro me) si evince che Gesù sta invitando Pietro a tornare dietro, a rimettersi dietro di lui, nella posizione del discepolo che segue (anche fisicamente) i passi del maestro, senza permettersi di precederlo, di mettersi davanti a lui, di insegnare al proprio maestro. La parola Satana indica che la reazione di Pietro e le sue parole erano del tutto opposte alla volontà di Dio, volontà che Gesù, Parola di Dio incarnata, doveva compiere, e lo mettevano quindi fuori dai disegni divini.

Questa espressione deve la sua fama soprattutto dall'essere stata inserita in una formula di esorcismo. Testo integro:

Crux sancta sit mihi lux / Non draco sit mihi dux
Vade retro satana / Nunquam suade mihi vana
Sunt mala quae libas / Ipse venena bibas

(Italiano)

Croce santa sia la mia luce, non sia il drago la mia guida,
retrocedi, Satana, non tentare mai di persuadermi, sono cose vane,
sono cose male quelle che offri, bevi tu stesso i veleni.

In seguito l'espressione è diventata quasi un proverbio con cui si vuole intimare ad una entità maligna di ritirarsi.Viene usata durante l'esorcismo.

lingua latina Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina