VHS-C

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il VHS-C è uno standard di videoregistrazione analogico su nastro introdotto da JVC nel 1982 come versione di dimensioni ridotte del VHS ed è utilizzato per sistemi portatili.

Il VHS-C (Video Home System - Compact) è usato prevalentemente nelle videocamere analogiche. Poiché il nastro è lo stesso delle videocassette VHS, le cassette VHS-C possono essere registrate e riprodotto nelle stesse apparecchiature standard utilizzando un adattatore meccanico, senza richiedere alcuna conversione del segnale. Il nastro magnetico, nelle videocassette VHS-C, è avvolto su una bobina principale, e per il trascinamento viene utilizzata una ruota dentata, che è anche possibile muovere a mano in caso di necessità. Questa meccanismo si è rivelato strategicamente importante sul piano del marketing, poiché ha permesso al sistema di rivaleggiare in dimensioni con il Video8 e gli ha dato un vantaggio notevole rispetto al Betamax, dove un simile sistema non era implementabile per via dell'avvolgimento del nastro a U, più complesso.

JVC introdusse sul mercato anche un videoregistratore in grado di utilizzare direttamente sia cassette VHS che VHS-C, eliminando anche la necessità dell'adattatore.

Vista inferiore e superiore di una videocassetta VHS-C.
Esempio di adattatore per VHS-C.


Del formato esiste una versione di migliore qualità, chiamata S-VHS-C, basata sul formato S-VHS, contrapposta sul mercato al formato Hi8 che è la versione migliorata del Video8.


Voci correlate[modifica | modifica sorgente]