UFO Diapolon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ufo Diapolon, guerriero spaziale
serie TV anime
Titolo orig. UFO戦士ダイアポロン
(UFO Senshi Daiapolon)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autori
Regia ep.
Sceneggiatura
Character design Toyoo Ashida
Animazione
Dir. artistica Toshihiro Oosumi
Studio Eiken
Musiche Masahisa Takeichi
Rete Tokyo Broadcasting System
1ª TV 6 aprile 1976 – 28 settembre 1976
Episodi 26 (completa)
Reti it. Reti locali, Man-ga
1ª TV it. 1981
Studio dopp. it. Studio Tony Fusaro & Co.
Target shōnen
Genere mecha

Ufo Diapolon, guerriero spaziale (UFO戦士ダイアポロン UFO Senshi Daiapolon?) è una serie anime televisiva robotica di 26 episodi, prodotta dalla Eiken nel 1976. È stata importata in Italia e trasmessa da numerose reti TV locali, quali Super 3, T9, Quinta Rete; esiste anche una seconda serie, intitolata UFO Senshi Dai-Apolon II di 21 episodi. La sigla italiana, di F. Evangelisti e M. Micalizzi è cantata da i Superobot mentre le sigle originali, di Masayuki Yamamoto sono cantate da Masato Shimon.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La storia inizia nell'orfanotrofio La casa del Cielo blu, dove vivono Takeshi e i suoi amici Miki, Goro e Matsuo. Takeshi è anche un brillante giocatore di football americano. Durante un forte temporale egli viene colpito da una gigantesca lama di energia che gli trafigge il petto. Tra le nuvole si scorge la figura di un cavaliere su un destriero alato (il dio Apolon),che trasmette l'energia nel petto di Takeshi e un'astronave rapisce lui e i suoi amici. I ragazzi si risvegliano in una base dove trovano uno scienziato, Labi, che rivela a Takeshi la sua vera origine: in realtà il ragazzo è il Dai Apolon, figlio del re Apolon, sovrano del pianeta omonimo. Labi spiega anche che il sovrano è stato ucciso anni prima dal popolo invasore dei Dazaan, che si sono impadroniti del cuore di energia. Il cuore di energia è formato da due pezzi, il dispositivo di assorbimento e l'energia chiave, quest'ultima messa al sicuro nel petto di Takeshi poco prima che il padre venisse ucciso, sotto un tatuaggio a forma di sole. L'energia chiave non solo aziona il cuore di energia, ma può sprigionare una forza speciale sfruttando i raggi solari, grazie alla quale Takeshi può assumere il comando del potente robot Diapolon per respingere i Dazaan che vogliono occupare anche la Terra e riprendere l'energia chiave. Il Diapolon è il risultato dell'unione di tre robot minori: il robot Edda costituisce la testa, Trangu il tronco e infine Legga l'addome e le gambe.

Dopo l'unione Takeshi, grazie all'energia chiave, subisce un doloroso processo di crescita del corpo, assumendo le stesse dimensioni del Diapolon che diventa una sorta di armatura dalle sembianze di un giocatore di football americano,che ha comunque il punto debole che la sua energia dipende dalla presenza dei raggi solari senza i quali si trova in balia dei robot nemici di turno. Takeshi e i suoi amici, messi alla guida di aerei di supporto, iniziano così una guerra senza quartiere contro i Dazaan, capeggiati dal comandante Gyranic, dal capitano Ydo e dall'infido Gumez, che sono alla ricerca dell'energia chiave,ricorrendo ad ogni stratagemma per sconfiggere Diapolon. Nel corso della serie gli esploratori ufo imparano a pilotare i robot Edda, Trangu e Legga singolarmente, in modo che Takeshi non si stanchi troppo trasformandosi in Diapolon e la base Apolon in cui alloggia Labi viene distrutta, uccidendo Ydo che era all'interno sostituita da un'altra più potente. Poi la squadra ufo troverà nel magma del vulcano Gyldera la roccaforte dei Dazaan, distruggendola e uccidendo il generale Gumez nella successiva battaglia contro il Diapolon. I posti di Ydo e Gumez saranno presi dal generale Jocket, sorella di Ydo e da Balai.

Nelle ultime puntate si scopre che la madre di Takeshi non è morta ma è prigioniera sul pianeta Dazaan. Labi installa in Edda una speciale apparecchiatura grazie alla quale Diapolon può viaggiare nello spazio aperto. Salutati gli amici, Takeshi parte così alla volta del pianeta Dazaan, che si scopre avvolto da uno strato di gas che potrebbe privare il robot dell'energia solare. Diapolon si libera dalle trappole preparate per fermarlo e affronta quindi un mostro molto grande e potente che lo mette alle corde, questo anche per la mancanza di energia solare.Takeshi riesce comunque a raggiungere la madre, ma per salvarla il ragazzo dovrebbe azionare un congegno a detonatore che farebbe esplodere tutto il pianeta. La regina Apolon rifiuta di essere salvata e propone al figlio di usare il cuore di energia per far rinascere la vegetazione sul pianeta martoriato, cosa che ritiene più importante della sua vita

Diapolon deve scontrarsi ancora con il mostro Dazaan, ma stavolta a salvarlo è l'arrivo della nuova base Apolon e dei suoi amici e si rifugiano in una gola per decidere il da farsi. Gyranic intanto passato dalla parte del bene cerca di aiutare la regina Apolon a scappare, ma questa preferisce che venga consegnato il cuore di energia a Diapolon per far rinascere la vegetazione sul pianeta.

Dopo l'operazione per estrarre l'energia chiave dal petto di Takeshi, il mostro Dazaan attacca la base Apolon,provocandone la distruzione ma interviene nuovamente il dio Apolon che fornisce a Takeshi nuova energia per combattere e riportare la pace, dopodiché non comparirà più. Il mostro viene così distrutto senza difficoltà, uccidendo così anche il generale jocket e Balai ma il comandante Dazaan scappa su una nave spaziale portando con sé la regina Apolon in ostaggio. Gyranic, nascosto nell'astronave, costringe, pistola alla mano, il comandante a porre fine alla guerra, liberando anche la regina Apolon ma viene messo fuori combattimento da una scarica di raggi. Obbedendo alla madre, Takeshi preferisce prima azionare il cuore di energia e il sole torna a splendere sul pianeta Dazaan, Gyranic dalla navicella assiste morente alla salvezza del suo pianeta spirando subito dopo. Abbagliato, il comandante Dazaan causa un corto circuito che provoca un incendio su tutta la nave, bruciando vivo ed esplodendo. Takeshi può così riabbracciare la madre, rifugiatasi all'interno di una capsula di salvataggio, dopo aver salvato la Terra e il pianeta Dazaan.

Titoli italiani degli episodi[modifica | modifica sorgente]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone
1 Attacco dall'impero dei Dazaan
「合身!!悪魔軍団を倒せ」 - Gō mi!! akuma gundan wo taose
6 aprile 1976
2 Un invasore dal pianeta Buio
「暗黒星雲から魔獣バグラドン来襲!!」 - Ankokuseiun kara majū baguradon raishū!!
13 aprile 1976
3 L'amore tra padre e figlia
「旅客機をのむメカ獣アンゴーラ追撃!!」 - Ryokyakki wonomu meka kemono angōra tsuigeki!!
20 aprile 1976
4 Sasolinger contro l'armata UFO
「激闘!!サソリンガー対UFO少年団」 - Gekitō!! sasoringa tsui UFO shōnendan
27 aprile 1976
5 La sfida dei Dazaan
「鉄騎兵+円盤鉄人=破壊軍団」 - Tetsu kihei + enban tetsujin = hakai gundan
4 maggio 1976
6 L'attacco di Gyldaloss
「なぜだ!?合身できない!!」 - Nazeda!? gō mi dekinai!!
11 maggio 1976
7 L'invincibile Gangaroo
「強襲!!カンガルーキックの嵐」 - Kyōshū!! kangarūkikku no arashi
18 maggio 1976
8 Diapolon e l'energia chiave
「メカ獣から小犬を助けろ!」 - Meka kemono kara koinu wo tasuke ro!
25 maggio 1976
9 La costellazione dei Dazaan
「少年の笛に巨獣が泣いた」 - Shōnen no fue ni kyo kemono ga nai ta
1º giugno 1976
10 Il principio della fusione
「合身!危機一髪!!」 - Gō mi! kikiippatsu!!
8 giugno 1976
11 Il segreto della distruzione di Apolon
「出た!!必殺デストロイの秘密」 - Deta!! hissatsu desutoroi no himitsu
15 giugno 1976
12 Mia madre viene dal pianeta Apolon
「行くぞ!!友情のX攻撃」 - Iku zo!! yūjō no X kōgeki
22 giugno 1976
13 L'attacco a formazione X
「おいらの母ちゃんはアポロン星人」 - Oirano kaachan ha aporon seijin
29 giugno 1976
14 Nessuna via d'uscita
「どうする!?氷結・絶体絶命!!」 - Dōsuru!? hyōketsu. zettaizetsumei!!
6 luglio 1976
15 Operazione distruzione T
「砕け!M作戦・大地震攻撃」 - Kudake!M sakusen. daijishin kōgeki
13 luglio 1976
16 Assassini dallo spazio
「潜入!宇宙からの暗殺団!!」 - Sennyū! uchū karano ansatsu dan!!
20 luglio 1976
17 L'uomo dello strano pianeta
「敵か!?味方か!?謎の星人現わる!!」 - Teki ka!? mikata ka!? nazo no seijin arawa ru!!
27 luglio 1976
18 Tre secondi all'esecuzione
「処刑3秒前!決死の救出作戦!!」 - Shokei 3 byō mae! kesshi no kyūshutsusakusen!!
3 agosto 1976
19 UFO 22: sabotaggio
「UFO22!秘密改造計画完了!!」 - UFO 22! himitsu kaizō keikaku kanryō!!
10 agosto 1976
20 Ecco la nuova Apolon
「ニュー・アポロン基地南極に浮上!!」 - Nyū. aporon kichi nankyoku ni fujō!!
17 agosto 1976
21 Un'eclisse da 13 minuti!
「がんばれ!黒い太陽は13分だ!!」 - Ganbare! kuroi taiyō ha 13 fun da!!
24 agosto 1976
22 Via! Per la rotta più breve
「マコを救え!敵中突破で一直線!!」 - Mako wo sukue! teki naka toppa de icchokusen!!
31 agosto 1976
23 L'attacco al vulcano Gyldera
「突入せよ!敵陣ギルデラ火山発見」 - Totsunyū seyo! tekijin girudera kazan hakken
7 settembre 1976
24 L'esplosione di Gyldera
「幻の母は鋼鉄獣にいた!!」 - Maboroshi no haha ha kōtetsu kemono niita!!
14 settembre 1976
25 Partenza per Dazaan
「すぐ行くぜ母さん!ダザーン星突入!!」 - Sugu iku ze kaasan! dazan hoshi totsunyū!!
21 settembre 1976
26 La regina dello spazio
「母さんの涙が宇宙に平和を呼んだ」 - Kaasan no namida ga uchū ni heiwa wo yon da
28 settembre 1976

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Il doppiaggio della serie fu affidato allo studio TONY FUSARO&CO. di Tony Fusaro mentre la distribuzione fu, come nel caso di molte altre serie, appannaggio della I.T.B.

Personaggio Giapponese Italiano
Takeshi Tony Fusaro
Labi Mauro Bosco
Goro Keisuke Yamashita Leo Valeriano
Miky Kazue Komiya Cristina Piras
Matsuo Sachiko Chichimatsu Cristina Piras
Hideki Kiyoshi Komiyama Massimo Dapporto
Gyranik Shozo Iizuka
Ydo Ermanno Ribaudo
Balai Willy Moser
Direttrice dell'Orfanotrofio Franca De Stradis
Regina del pianeta Apolon Franca De Stradis
Generale Gumez Vittorio Battarra
Dazaan Toshiya Sugita
Narratore Osamu Ichikawa Tony Fusaro

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga