Tom Segev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Tom Segev, in lingua ebraica תום שגב (Gerusalemme, 1º marzo 1945), è uno scrittore, giornalista e storico israeliano.

È conosciuto per le sue opere specializzate sulla storia contemporanea di Israele[1]. Fa parte del movimento denominato dei Nuovi Storici israeliani.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

I genitori di Segev fuggirono dalla Germania nazista nel 1935 e s'insediarono nella Palestina sotto Mandato britannico. Suo padre fu ucciso nella Guerra arabo-israeliana del 1948. Segev studiò Storia e Scienze Politiche nell'Università Ebraica di Gerusalemme e guadagnò un dottorato in Storia dell'Università di Boston negli anni settanta.[2] Segev è un giornalista di Ha'aretz, un giornale di orientamento liberale israeliano, e ha pubblicato diversi libri. Nel 2007, Segev è stato Helen Diller Family visiting professor nel campus di Berkeley dell'Università della California.[3] Segev è stato anche visiting professor di Storia nella Northeastern University, in cui ha svolto un Seminario sull'Olocausto.

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  1. 1949: The First Israelis (ebraico: 1984, ISBN 965-261-040-2; inglese: 1998, ISBN 0-8050-5896-6)
  2. Soldiers of Evil: The Commandants of the Nazi Concentration Camps (1988, ISBN 0-07-056058-7)
  3. One Palestine, Complete: Jews and Arabs Under the British Mandate (2000, ISBN 0-316-64859-0)
  4. The Seventh Million: Israelis and the Holocaust (2000, ISBN 0-8050-6660-8)
  5. Elvis in Jerusalem: Post-Zionism and the Americanization of Israel (2003, ISBN 0-8050-7288-8)
  6. The Other Israel: Voices of Refusal and Dissent (2004, ISBN 1-56584-914-0)
  7. Israel in 1967. And the land changed its visage (ebraico: 2005, ISBN 965-07-1370-0)
  8. 1967: Israel, the War and the Year That Transformed the Middle East, Metropolitan Books (2006)

Traduzioni francesi[modifica | modifica sorgente]

  1. Le Septième million. Les Israéliens et le génocide, tradotto dall'inglese e dall'ebraico da Eglal Errera, Parigi, L. Levi, « Histoire », 1993. ISBN 2-86746-103-0; riediz. coll. « Piccolo histoire », 2002. ISBN 2-86746-317-3
  2. Les premiers Israéliens, tradotto dall'inglese da Sabine Porte, Parigi, Calmann-Lévy, 1998. ISBN 2-7021-2740-1
  3. C'était en Palestine au temps des coquelicots, tradotto dall'ebraico da Katherine Werchowski e Ymey Hakalaniywt, Parigi, L. Levi, 2000. ISBN 2-86746-233-9
  4. 1967. Six jours qui ont changé le monde, tradotto dall'ebraico da Katherine Werchowski, Parigi, Denoël, 2007.

ISBN 978-2-20725847-7

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Tom Segev
  2. ^ Conversazione con Tom Segev, p. 1 of 7
  3. ^ Conversazione con Tom Segev (2007), cover page

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 109893415 LCCN: n85074427

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie