Non aprite quella porta (serie di film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Non aprite quella porta (The Texas Chainsaw Massacre in originale) è una serie cinematografica di film horror consistente in sette film, fumetti e un videogioco aventi come protagonista il serial killer fittizio Leatherface.

Il film originale fu concepito da Tobe Hooper, poi la saga è proseguita grazie ad altri registi che hanno mantenuto gli stessi meccanismi narrativi presenti nel primo film. Sono stati realizzati quattro sequel, un remake e un prequel. Tutti i film appartengono al genere splatter e slasher.

La serie[modifica | modifica wikitesto]

In ordine cronologico[modifica | modifica wikitesto]

La saga non segue un ordine cronologico ben definito, Non aprite quella porta - Parte 2 risulta essere il seguito diretto dell'originale come anche il recente Non aprite quella porta 3D sviluppando due storie diverse e incompatibili tra loro, Non aprite quella porta - Parte 3 è stato strutturato come un sequel di Non aprite quella porta - Parte 2 con riferimenti al capitolo precedente ma anche grosse incongruenze di trama proprio perché questo capitolo vuole essere anche un reboot della saga. Non aprite quella porta IV non si ricollega a nessun film perché si propone come sequel/reboot (quindi nessun riferimento a film precedenti, può esser collocato comunque cronologicamente dopo il primo capitolo o del terzo essendo un capitolo a se stante) mostrando al pubblico lo stesso format dei film precedenti con nuove vittime il solito Leatherface e due nuovi fratelli. Non aprite quella porta (remake del 2003) e Non aprite quella porta: l'inizio invece sono due capitoli distaccati dalla saga classica e sono rispettivamente uno il seguito dell'altro. Con Non aprite quella porta 3D invece si è voluto riprendere la storia dalla fine del primo film.

Saga completa in ordine cronologico[modifica | modifica wikitesto]

La saga completa ha un ordine cronologico diverso rispetto alle date d'uscita dei film. Infatti "Non aprite quella porta: l'inizio" è antecedente al primo film "Non aprite quella porta" del 1974. Per cui l'ordine è:

Famiglia Sawyer[modifica | modifica wikitesto]

  • Leatherface - L'antagonista principale della serie. Il suo vero nome è Jedidiah Sawyer ed è un serial killer cannibale mentalmente ritardato. Appare in tutti i film della saga.
  • Drayton Sawyer - Padre e anche fratello maggiore di Leatherface, è il cuoco della famiglia, specializzato nel cucinare pietanze fatte con carne umana per poi venderle. Appare nel film originale, nel primo sequel e nel 3D.
  • Nubbins Sawyer - Fratello maggiore di Leatherface, è un autostoppista cannibale ed è anche un profanatore di tombe e necrofilo. Appare solo nel film originale.
  • Chop Top Sawyer - Fratello di Leatherface, è un veterano della Guerra del Vietnam, cannibale come tutta la sua famiglia. Il suo vero nome è Robert Sawyer. Appare solo nel secondo film della saga e nel prequel originale inedito.
  • Nonno Sawyer - Nonno di Leatherface, è un ultracentenario che lavorava in un mattatoio insieme alla sua famiglia. Appare in tutti film della saga originale.
  • W.E. Sawyer - Nel terzo film si sente all'inizio della pellicola, che è stato arrestato nel 1973 un certo W.E. Sawyer, accusato di molti omicidi e di aver portato Sally Hardesty, l’unica superstite, sull’orlo della follia. Il 19 agosto del 1973, ossia 40 anni fa esatti, la polizia si recò, in seguito a una segnalazione fatta da Sally, a casa di tale W.E. Sawyer, un contadino che abitava in una casa isolata del Texas. Quello che gli agenti trovarono fu raccapricciante: i miseri resti di corpi martoriati, scuoiati e facce di persone collezionate. Tuttora questo, e considerato il più grande massacro di tutti i tempi e l’efferato carnefice venne soprannominato, ''Faccia di cuoio'', per la sua raccapricciante abitudine di costruirsi maschere con lembi di pelle strappati ai volti delle sue vittime. Si suppone che possa essere in realtà stato arrestato il fratello del leggendario Leatherface, e non l'uomo che uccide con la sega a motore. L'opinione pubblica pensò che Leatherface, era una personalità alterata di W.E. L'uomo muore nella camera a gas nel 1981.
  • Edward "Tex" Sawyer - Fratello adottivo di Leatherface, è un cowboy autostoppista, cannibale come tutta la sua famiglia. Assolutamente disprezza il suo nome e va su tutte le furie se qualcuno non lo chiama Tex. Appare solo nel terzo film della saga.
  • Tinker "Tink" Sawyer - Fratello adottivo di Leatherface, è un cannibale con un uncino al posto della mano destra. Sorprendentemente, è stato in passato aggregato a un gruppo di hippie e lottava per l'amore della pace. Appare solo nel terzo film della saga.
  • Alfredo Sawyer - Fratello adottivo di Leatherface, è un benzinaio demente e pervertito, molto probabilmente perché ha perso il lavoro al mattatoio. Affetto da una eterocromia e un difetto di pronuncia. È considerato una specie di pecora nera della famiglia, che lo tratta come un idiota. Ha una palese antipatia per il fratello Tex. Appare solo nel terzo film della saga.
  • Babi Sawyer - Figlia di Leatherface, avuta probabilmente da una violenza carnale. È sadica e pazza come gli zii, la nonna e il padre. Appare solo nel terzo film della saga.
  • Anne Sawyer - Madre adottiva di Leatherface e dei suoi fratelli. È un'anziana su una sedia a rotelle, affetta da tracheotomia, che usa un amplificatore per parlare e vuole molto bene ai suoi figli. Appare solo nel terzo film della saga.
  • Vilmer Slaughter - Fratello di Leatherface, è un guidatore di carri attrezzi con la gamba elettrica a cui piace ascoltare musica rock. Vilmer è uomo completamente pazzo, sadico, masochista e narcisista. È anche piuttosto violento, e di solito sfoga le sue frustrazioni sulla moglie e i due fratelli. Appare solo nel quarto film della saga.
  • Walter Slaughter - Fratello di Leatherface, è un redneck molto particolare dall'aria alquanto comica e bizzarra. Walter è un tipo di grande cultura, che cita continuamente famosi personaggi storici e opere di letteratura, anche mentre tortura la gente. Appare solo nel quarto film della saga.
  • Darla Slaughter - Moglie di Vilmer e cognata di Leatherface e Walter, è l'unico membro della famiglia ad essere apparentemente sano. Appare solo nel quarto film della saga.
  • Nonno Slaughter - Nonno di Leatherface, Vilmer e Walter, è più giovane dell'originale "Nonno Sawyer". Al contrario dei nipoti non è un assassino. Appare solo nel quarto film della saga.
  • Rothman - È un uomo dall'aspetto da manager, che parla di equilibrio raggiunto attraverso il male e che sembra avere il ruolo di manipolatore della famiglia di macellai. È uno dei leader di una società segreta, conosciuta come gli Illuminati. Si tratta di un gruppo di potenti uomini che hanno influenza politica ed economica assoluta su tutto il pianeta; si ignorano le sue origini, ma risulta influenzare i disordini e complotti mondiali: come l'omicidio di John Fitzgerald Kennedy. Appare solo nel quarto film della saga.

Famiglia Hewitt[modifica | modifica wikitesto]

Protagonisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Sally Hardesty - Final girl del primo film.
  • Vanita "Stretch" Block - Final girl del secondo film.
  • Tenente William "Lefty" Hardesty Enright - Zio di Sally e protagonista del secondo film.
  • Michelle - Final girl del terzo film.
  • Benny - Protagonista del terzo film.
  • Jenny - Final girl del quarto film.
  • Erin - Final girl del remake.
  • Chrissie - Protagonista del prequel, verrà uccisa da Leatherface.
  • Heather - Final girl del sequel effettivo dell'originale (2013), è la cugina di Jedidiah "Jed" Sawyer e si prenderà cura di lui.

Leatherface: tanti attori per un solo personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Vittime di Leatherface[modifica | modifica wikitesto]

Queste sono solo le vittime di Faccia di cuoio:

Vittima n° Nome Nel film Arma
1 Proprietario del mattatoio Non aprite quella porta: L'inizio (2006) Martello
2 Sceriffo Winston Hoyt Non aprite quella porta: L'inizio (2006) Fucile
3 Alex Non aprite quella porta: L'inizio (2006) Fucile
4 Holden Non aprite quella porta: L'inizio (2006) Motosega
5 Eric Hill Non aprite quella porta: L'inizio (2006) Motosega
6 Bailey Non aprite quella porta: L'inizio (2006) Forbici
7 Dean Hill Non aprite quella porta: L'inizio (2006) Motosega
8 Chrissie Non aprite quella porta: L'inizio (2006) Motosega
9 Kirk Non aprite quella porta (1974) Martello
10 Pam Non aprite quella porta (1974) Gancio
11 Jerry Non aprite quella porta (1974) Martello
12 Franklin Hardesty Non aprite quella porta (1974) Motosega
13 Kemper Non aprite quella porta (2003) Martello
14 Pepper Non aprite quella porta (2003) Motosega
15 Andy Non aprite quella porta (2003) Motosega e gancio
16 Morgan Non aprite quella porta (2003) Motosega
17 Buzz Non aprite quella porta - Parte 2 (1986) Motosega
18 Rick Non aprite quella porta - Parte 2 (1986) Incidente
19 Peters Non aprite quella porta - Parte 2 (1986) Martello
20 Gina Non aprite quella porta - Parte 3 (1990) Mazza
21 Sara Non aprite quella porta - Parte 3 (1990) Motosega
22 Benny Non aprite quella porta - Parte 3 (1990) Motosega
23 Autista Non aprite quella porta IV (1994) Spezzato l'osso del collo
24 Sean Non aprite quella porta IV (1994) Pick-up
25 Barry Non aprite quella porta IV (1994) Mazza
26 Heather Non aprite quella porta IV (1994) Gancio
27 Darryl Non aprite quella porta 3D (2013) Martello
28 Kenny Non aprite quella porta 3D (2013) Motosega
29 Ryan Non aprite quella porta 3D (2013) Incidente stradale
30 Nikki Non aprite quella porta 3D (2013) Motosega e pistola
31 Ufficiale Marvin Cassel Non aprite quella porta 3D (2013) Accetta
32 Sindaco Burt Hartman Non aprite quella porta 3D (2013) Trituratrice

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

Furono pubblicati nel 1991 dalla Northstar Comics molti fumetti basati sulla serie Non aprite quella porta intitolati "Leatherface"[1]. La serie a fumetti non comprendeva nessuno dei personaggi principali visti nel film originale, con l'eccezione di Leatherface, comunque, la miniserie a fumetti era liberamente basata sui fatti del terzo film[2]. Un adattamento di Non aprite quella porta fu pianificato dalla Northstar Comics, ma non si è mai concretizzato[3].

All American Massacre[modifica | modifica wikitesto]

All American Massacre è un film, mai uscito nelle sale cinematografiche, diretto da William Hooper, figlio di Tobe Hooper, regista del film originale. Il trailer del film venne mostrato nel sito ufficiale dal 2006. Il film doveva raccontare la storia di Robert Sawyer, meglio conosciuto come Chop Top Sawyer, fratello del leggendario Leatherface. Qui si scopriva che l’uomo non era morto (come accadeva in Non aprite quella porta - Parte 2), ma è stato in realtà arrestato e confinato in una prigione del Texas. Incarcerato per oltre 23 anni in isolamento in un ospedale psichiatrico, Robert, uno dei serial killer hippie più famosi degli anni '80, viene intervistato da una troupe del notiziario “News Tabloid”. Robert è un uomo magro, con la pelle molto pallida e ha una voglia sulla guancia sinistra. Tende a nascondere la sua protesi di metallo utilizzando delle parrucche. Questi ha tendenze autolesioniste, in quanto lo eccita staccarsi dei pezzetti di pelle dal cranio, per poi mangiarseli. Leatherface è un grande appassionato di musica e la sua canzone preferita è In-A-Gadda-Da-Vida degli Iron Butterfly. Spronò sempre il povero Leatherface alla violenza. La sua famiglia visse in solitudine per molti anni, pur guadagnando un discreto gruzzolo con il loro avviato macello. Stando alle fonti dell’uomo si sa che lui e Leatherface partirono per il Vietnam, dove l’educazione di quest’ultimo entrò in crisi con il modello militare. Qualche mese dopo fu infatti cacciato e rimandato in Texas per insufficienza mentale. Robert in Vietnam ricevette un colpo di machete nel cranio da parte di un vietcong, perdendo così parte del cranio che fu poi sostituita da una protesi di metallo, guadagnandosi così il soprannome di Testa di latta. Questo evento sembra averlo reso ancora più pazzo di prima. Ad interpretare il protagonista è sempre l'attore Bill Moseley.

The Texas Chainsaw Massacre (Videogioco)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1982 fu prodotto un videogioco per Atari 2600 dalla Wizard Video basato sul film Non aprite quella porta[4]. Il videogioco però, quando fu messo in vendita, causò molte controversie a causa della troppa violenza e molti negozi si rifiutarono di venderlo[5].

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Movie Maniac Comic Books
  2. ^ MortCastle
  3. ^ [Mort Castle (w). "Hunters in the Night" Faccia di cuoio 1 (4): 1/Introduction (1991), Northstar Comics ]
  4. ^ The Texas Chainsaw Massacre Atari game
  5. ^ Classic horror movies on the Atari 2600

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema