Thalattosauria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Thalattosauria
Askeptosaurus BW.jpg
Askeptosaurus italicus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Reptilia
Sottoclasse Diapsida
Ordine Thalattosauria

I talattosauri (Thalattosauria) sono un gruppo di rettili conosciuti esclusivamente allo stato fossile, i cui resti sono stati rinvenuti solo in strati del Triassico.

Lunghe "lucertole" acquatiche[modifica | modifica wikitesto]

Il corpo dei talattosauri, in generale, ricorda quello delle lucertole, ma mostrava alcune specializzazioni per la vita acquatica. Ad esempio, le zampe erano corte, mentre il corpo e la coda erano allungatissimi. Il cranio, stretto e lungo nella maggior parte dei generi, era munito di fauci utilissime a ghermire prede scivolose come i pesci. Probabilmente i talattosauri trascorrevano la maggior parte della loro vita in acqua, muovendo il corpo e la coda in modo simile a quello dei serpenti, e utilizzando le zampe solo per cambiare direzione. La lunghezza media di questi animali era compresa tra il metro e i due metri. I talattosauri scomparvero alla fine del Triassico medio, forse per la concorrenza di altri rettili marini più evoluti come i notosauri e gli ittiosauri.

Il grande talattosauro cinese Miodentosaurus brevis

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

La classificazione di questi rettili è poco chiara. Di certo appartenevano al gruppo dei diapsidi, dal momento che il cranio possiede le classiche due "finestre" postorbitali. Alcuni scienziati li avvicinano ai sauropterigi, rettili marini evoluti che prosperarono nei mari dell'era mesozoica e i cui componenti comprendevano plesiosauri, placodonti e notosauri. Altri, invece, ipotizzano una stretta parentela con le lucertole o con altri strani rettili semiacquatici, i coristoderi.

Il talattosauro italiano Endennasaurus acutirostris

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Tra le forme più primitive di talattosauri figurano il ben conosciuto Askeptosaurus e l'affine Endennasaurus, entrambi rinvenuti in Lombardia. Alcune forme simili, Anshunsaurus e Miodentosaurus, sono state descritte recentemente in Cina. Tra le forme più specializzate, da ricordare i nordamericani Nectosaurus e Thalattosaurus, i cinesi Xinpusaurus e Concavispina e gli europei Hescheleria e Clarazia.

Cladistica[modifica | modifica wikitesto]

Thalattosauria
|--o Askeptosauroidea
|  |-- Miodentosaurus 
|  |-- Endennasaurus 
|  `--o Askeptosauridae
|     |-- Askeptosaurus 
|     `-- Anshunsaurus
`--o Thalattosauroidea
   |--+-- Nectosaurus
   |  |-- Concavispina 
   |  `-- Xinpusaurus 
   `--o Thalattosauridae 
      |-- Agkistrognathus
      `--+-- Paralonectes
         `--+-- Thalattosaurus
            `--o Claraziidae
               |-- Clarazia 
               `-- Hescheleria

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jiang, D.-Y., Maisch, M. W., Sun, Y.-L., Matzke, A. T. & Hao, W.-C., 2004: A new species of Xinpusaurus (Thalattosauria) from the Upper Triassic of China. Journal of Vertebrate Paleontology: Vol. 24, #1, pp. 80-88
  • Müller, J., 2005: The anatomy of Askeptosaurus italicus from the Middle Triassic of Monte San Giorgio and the interrelationships of thalattosaurs (Reptilia, Diapsida). Canadian Journal of Earth Sciencies: Vol. 42, #7, pp. 1347-1367
  • Müller, J., Renesto, S. & Evans, S. E., 2005: The marine diapsid reptile Endennasaurus from the Upper Triassic of Italy. Palaeontology: Vol. 48, #1, pp. 15-30
  • Nicholls, E. L., 1999: A reexamination of Thalattosaurus and Nectosaurus and the relationships of the Thalattosauria (Reptilia: Diapsida). PaleoBios 19(2)
  • Rieppel, O., 1997: Part II: Sauropterygia - Introduction. 107-119 in Callaway, J. M. & Nicholls, E. L., (eds.) 1997: Ancient Marine Reptiles. xivi-501. Academic Press, San Diego, 1997
  • Rieppel, O., 2000: Paraplacodus and the phylogeny of the Placodontia (Reptilia: Sauropterygia). Zoological Journal of the Linnean Society: Vol. 130, #4, pp. 635-659
  • Rieppel, O. & Hagdorn, H., 1997: Paleobiogeography of Middle Triassic Sauropterygia in Central and Western Europe. 121-144 in Callaway, J. M. & Nicholls, E. L., (eds.) 1997: Ancient Marine Reptiles. xivi-501. Academic Press, San Diego, 1997
  • Rieppel, O. & Liu, J., 2006: on Xinpusaurus (Reptilia: Thalattosauria).. Journal of Vertebrate Paleontology: Vol. 26, #1, pp. 200-204
  • Rieppel, O., Liu, J. & Bucher, B., 2000: The fist record of a thalattosaur reptile from the Late Triassic of Southern China (Guizhou Province, PR China). Journal of Vertebrate Paleontology: Vol. 20, #3, pp. 507-514
  • Rieppel, O. C., Müller, J. & Liu, J., 2005: Rostral structure in Thalattosauria (Reptilia, Diapsida). Canadian Journal of Earth Sciencies: Vol. 42, pp. 2081-2086

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]