Tanichthys albonubes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pesce delle Montagne
della Nuvola Bianca
White Cloud Mountain Minnow 1.jpg
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Famiglia Cyprinidae
Genere Tanichthys
Specie T. albonubes
Nomenclatura binomiale
''Tanichthys albonubes''
Lin, 1932
Sinonimi

Aphyocypris pooni

Nomi comuni

Pesce delle
Montagne della Nuvola Bianca

Tanichthys albunubes, conosciuto comunemente come pesce delle Montagne della Nuvola Bianca , è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Cyprinidae.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Il nome di questa specie deriva dalla montagna delle nubi bianche (白雲山; Pinyin Bái Yún Shān) luogo dove esso è stato avvistato la prima volta. In Cina il pesce è conosciuto coi nomi 唐魚 (táng wén), 廣東細鯽 (Guǎngdōng xìjì), o 潘氏細鯽 (pānshì xìjì). Aphyocypris pooni è un sininimo obsoleto nato per definire una presunta specie dalla livrea leggermente differente che successivamente è stata identificata anch'essa come Tanichthys albonubes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Asia orientale. Questo pesce è originario dei corsi d'acqua collinari e dei laghi di Cina e Vietnam. In Cina è stato scoperto per la prima volta nei ruscelli e nei corsi d'acqua delle Montagne della Nuvola Bianca, vicino a Canton nella Cina meridionale, da qui il suo nome latino e comune.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lunghezza: 5 cm.

Ha la livrea grigio-verde attraversata longitudinalmente da una banda iridescente delimitata da due linee blu scuro (la linea scura inferiore sotto la banda dorata è più evidente). Entrambe le strisce terminano in una macchia scura bordata di rosso sulla pinna caudale. La coda ha una colorazione rossa digradante verso le estremità. Anche le pinne, soprattutto quella dorsale, sono leggermente colorate di rosso-giallognolo e bordate di bianco. Le scaglie hanno il bordo leggermente scuro.

Dimorfismo sessuale: poco evidente, i maschi hanno una colorazione più intensa, vivace e un corpo più snello, mentre la femmina è più robusta.

Varianti: si trova anche una varietà a pinne lunghe, una varietà gold ed una varietà cromatica naturale che presenta le parti gialle delle pinne molto più accese.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Pacifico pesce di branco formato da circa una decina di esemplari. Non gradisce e non tollera le zone esposte alla luce ed al calore diretto. Frequenta zone con flora rigogliosa in cui potersi rifugiare con i suoi simili. Se le condizioni dell'acqua non sono ottimali e presentano inquinamento i pesci tendono a rifugiarsi in zone isolate e perdono in parte la colorazione della loro bellissima livrea. Solitamente copre i livelli di nuoto centrale e superficiale.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Le coppie non s'isolano ed i maschi corteggiano le femmine prescelte con le pinne aperte, nuotandole intorno finché la coppia si sposta sulle foglie, dove la femmina depone le uova ed il maschio le feconda. La schiusa avviene dopo 36 ore e gli avannotti si nutrono di piccoli animaletti.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Onnivoro, soprattutto si nutre di zooplancton, detriti vegetali e piccoli invertebrati acquatici.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Questo pesce è molto diffuso nei negozi di acquariofilia, poiché è facile da riprodurre ed allevare con successo in cattività. In commercio esistono anche varietà dalle pinne a velo. ma sono più esigenti, visto che richiedono una temperatura più alta, altrimenti possono andare incontro ad infezioni batteriche. Sono facilmente riproducibili in cattività, anche n vasche all'aperto nel periodo estivo. Va nutrito con cibo vivo, congelato od in scaglie.

Galleria immagini[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Tortoise & Freshwater Turtle Specialist Group 1996, Tanichthys albonubes in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Scheda su Fishbase.org [1];
  • Scheda su Acquariofilia Consapevole [2];
  • Scheda su Acquariofili Valle Stura [3];
  • Scheda su Inseparabile [4].

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci