Tadorna tadornoides

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Casarca australiana
AussieShelduck.jpg
Tadorna tadornoides
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Anseriformes
Famiglia Anatidae
Sottofamiglia Anatinae
Tribù Tadornini
Genere Tadorna
Specie T. tadornoides
Nomenclatura binomiale
Tadorna tadornoides
(Jardine e Selby, 1828)
Femmina di casarca australiana.
Casarca australiana.

La casarca australiana (Tadorna tadornoides Jardine e Selby, 1828) è una specie di casarca.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Nidifica in Australia meridionale ed in Tasmania. Durante l'inverno australe, molti uccelli si spostano un po' più a nord del loro areale di riproduzione. Come altre casarche, anche questa specie ha terreni dove effettuare la muta favoriti; uno di questi è il Lago George, nel Nuovo Galles del Sud, dove le casarche australiane si raggruppano in gran numero.

Questo uccello vive soprattutto nei laghi circondati da vaste estensioni di pianura e nidifica nelle cavità degli alberi, in buche sulle sponde degli specchi d'acqua o in luoghi simili.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il maschio è quasi completamente nero, ma ha il petto castano, un collare bianco e la testa verde scuro. La femmina è piuttosto simile, ma presenta del bianco intorno agli occhi. Entrambi i sessi, come la maggior parte delle casarche, mostrano in volo grandi macchie bianche sulle ali.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

La casarca australiana è specie protetta fin dal 1974.

Il nome del genere, Tadorna, deriva da una radice celtica che significa «anatra variopinta», proprio come il termine inglese shelduck, usato per indicare le casarche[2].

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2008, Tadorna tadornoides in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ Janet Kear, Ducks, Geese, and Swans, Oxford University Press, 2005, p. 420. ISBN =0 19 861008 4.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli