Sweet Dreams. Illusioni filosofiche sulla coscienza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sweet Dreams
Illusioni filosofiche sulla coscienza
Titolo originale Sweet Dreams: Philosophical Obstacles to a Science of Consciousness
Autore Daniel Dennett
1ª ed. originale 2005
Genere saggio
Lingua originale inglese

Sweet Dreams. Illusioni filosofiche sulla coscienza (Sweet Dreams: Philosophical Obstacles to a Science of Consciousness) è un trattato filosofico pubblicato da Daniel Dennett nel 2005[1] Secondo lo stesso autore questo libro è stato scritto per difendere le posizioni descritte in Coscienza nel 1991 e per aggiornare le stesse alla luce delle scoperte sperimentali, delle feroci critiche e dei colossali fraintendimenti che sono state messi in atto nei dieci anni successivi a quella pubblicazione.

L'idea centrale di Dennett può essere riassunta, e volgarizzata, affermando che non c'è niente di magico e di realmente diverso da qualsiasi altro apparato fisiologico nel funzionamento della coscienza. La stessa può essere studiata funzionalmente e in terza persona e attualmente tutta la scuola filosofica e culturale che nega questa "semplicità", per quanto contro intuitiva, sta prendendo un abbaglio.

Contro l'impressione zombica[modifica | modifica sorgente]

L'impressione zombica è la teoria secondo la quale possono esistere esseri completamente uguali funzionalmente ad un essere conscio ed intelligente a cui però manchi quel quid (chiamato qualia o fenomenicità) che li renda davvero consapevoli delle loro percezioni e davvero consci.

La supposta esistenza di questi zombie della coscienza è, secondo l'autore, la principale illusione in cui è caduta la filosofia della fine del secondo millennio e dell'inizio del terzo, nello studiare la coscienza.

Eterofenomenologia[modifica | modifica sorgente]

L'eterofenomenologia è un approccio in terza persona allo studio della coscienza, che tiene conto anche delle impressioni in prima persona.

« metodo per rendere giustizia delle esperienze soggettive più private e ineffabili pur senza mai abbandonare gli scrupoli metodologici della scienza »
(Sweet dreams pag. 33 che a sua volta cita Coscienza, Rizzoli Milano 1993)

La parabola di Mary[modifica | modifica sorgente]

Esperimento mentale per dimostrare l'esistenza dei Qualia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ edizione originale: Sweet Dreams. Philosophical Obstacles to a Science of Counsciousness -- 2005 Massachussets Istitute of Technology. ISBN 88-6030-052-5 Raffaello Cortina editore con il titolo italiano.
filosofia Portale Filosofia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di filosofia