Svantaggio (scacchi)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lo svantaggio negli scacchi è un modo di eguagliare le possibilità di vittoria fra giocatori di abilità differente. Esistono due tipi di svantaggio negli scacchi: lo svantaggio di materiale e lo svantaggio di tempo.

Svantaggio di materiale[modifica | modifica wikitesto]

a b c d e f g h
8
Chessboard480.svg
a8 torre del nero
b8 cavallo del nero
c8 alfiere del nero
d8 donna del nero
e8 re del nero
f8 alfiere del nero
g8 cavallo del nero
h8 torre del nero
a7 pedone del nero
b7 pedone del nero
c7 pedone del nero
d7 pedone del nero
e7 pedone del nero
f7 pedone del nero
g7 pedone del nero
h7 pedone del nero
a2 pedone del bianco
b2 pedone del bianco
c2 pedone del bianco
d2 pedone del bianco
e2 pedone del bianco
f2 pedone del bianco
g2 pedone del bianco
h2 pedone del bianco
a1 torre del bianco
c1 alfiere del bianco
d1 donna del bianco
e1 re del bianco
f1 alfiere del bianco
g1 cavallo del bianco
h1 torre del bianco
8
7 7
6 6
5 5
4 4
3 3
2 2
1 1
a b c d e f g h
Svantaggio del cavallo b1

Gli svantaggi di materiale erano molto diffusi nel XVIII e XIX secolo, quando si giocava spesso a scacchi scommettendo soldi ed un giocatore più debole non avrebbe accettato la sfida senza un qualche vantaggio. Si utilizzava il seguente sistema di svantaggi (in ordine crescente):

  • Mossa: il giocatore più debole gioca con il bianco.
  • Due mosse: il giocatore più debole gioca con il bianco e fa due mosse di seguito all'inizio del gioco.
  • Mossa e pedone: il giocatore più debole gioca con il bianco ed un pedone nero (generalmente quello in f7) viene rimosso dalla scacchiera.
  • Differenza di cavallo: il giocatore più forte gioca senza un cavallo (generalmente il cavallo di donna in b1 o b8).
  • Differenza di torre: il giocatore più forte gioca senza una torre (generalmente la torre di donna in a1 o a8).
  • Differenza di torre e pedone: il giocatore più forte gioca privo sia della torre in a8 che del pedone in f7.
  • Differenza di due pezzi minori: il giocatore più debole può rimuovere due pezzi a sua scelta fra i cavalli e/o gli alfieri dell'avversario.
  • Differenza di torre e cavallo: il giocatore più forte rinuncia sia alla torre che al cavallo del lato di donna.
  • Differenza di donna: il giocatore più forte gioca senza la donna.
  • Differenza di torri: il giocatore più forte gioca senza le torri.
  • Differenza di re: al giocatore debole è consentito muovere il proprio re di due case in ogni direzione (invece della singola casa regolamentare).

Svantaggio di tempo[modifica | modifica wikitesto]

Gli svantaggi di tempo vengono di solito praticati nelle partite blitz. Il giocatore più forte ha meno tempo a sua disposizione. Ad esempio, il giocatore più forte ha due minuti per partita, mentre quello più debole ne ha cinque.

Altre forme di svantaggio[modifica | modifica wikitesto]

Esistono altre forme di svantaggio, che, tuttavia, sono usate molto raramente:

  • Pion coiffé (o pedone incappucciato) - pezzo segnato: con l'handicap pion coiffé il giocatore più forte deve dare scacco matto con un pedone particolare (contraddistinto da un segno) per vincere. Il pedone incappucciato non può essere promosso. Si può in alternativa segnare un altro dei pezzi del giocatore forte, e quello sarà il pezzo con cui dovrà dare matto. Naturalmente nel caso in cui il pedone incappucciato o il pezzo segnato escano dal gioco la partita è persa. Proprio per questo il pezzo segnato è uno degli handicap più difficili da gestire: l'avversario potrà sempre manovrare per sacrificare uno dei propri pezzi (anche la regina, per esempio) per rimuovere il pezzo segnato, vincendo la partita.
  • Matto di pedone: simile al "pion coiffè", con la differenza che può essere un qualsiasi pedone a dare matto.
  • Matto su una determinata casa: può voler dire sia che il re del giocatore senza handicap riceva matto su una determinata casa sia che il giocatore con handicap debba dare matto con un pezzo che si trovi su quella casa.
  • Tutti i pezzi possono muovere due volte: il giocatore con handicap inizia la partita con tutti i pedoni e solo il re, mentre l'avversario dispone di tutto il set di pezzi, ma il giocatore con handicap può muovere due volte ogni turno.
  • Il re muove come il cavallo: il giocatore senza handicap può muovere il proprio re sia nella maniera regolare sia come il cavallo. Questo handicap è controverso perché conferisce al re la possibilità di dare matto al re avversario, cosa impossibile nelle partite regolamentari.
  • La donna muove come il cavallo: similare al precedente, il giocatore senza handicap può muovere la donna sia nella maniera regolare sia come il cavallo. Questo rende la donna un pezzo molto potente, visto che diventa in grado di dare matto senza l'ausilio di altri pezzi (per esempio una donna-cavallo in h6 dà matto al re in h8, visto che la casa g8 è coperta dal movimento di cavallo della donna).
  • Re e torre scambiati: il giocatore che riceve il vantaggio ha inizia la partita con il re e una delle torri scambiati di posto. Quindi, se il giocatore con vantaggio ha i bianchi, avrà il re in h1 o in a1, mentre una delle torri si troverà in e1. Generalmente si sceglie di scambiare posizione con la torre di re (h1 o h8), in modo da trovarsi in una posizione simile all'arrocco corto.
  • Pedoni aggiuntivi: il giocatore più debole inizia la partita con un certo numero di pedoni addizionali. A meno che non sia stato specificato diversamente, il giocatore con i pedoni in più muove per primo.
  • Svantaggio di patta: la patta è considerata vittoria per il giocatore più debole.
  • Il giocatore più forte gioca l'inizio della partita, ad esempio 10-20 mosse, bendato.
  • Il giocatore più debole può tornare indietro di tre mosse qualsiasi nel corso del gioco, ma lo può fare solo due volte.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • D.B. Pritchard (1994). The Encyclopedia of Chess Variants (p. 212, Odds). ISBN 0952414201.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

scacchi Portale Scacchi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scacchi