Stima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La stima è una valutazione effettuata dal valutatore finalizzata a stabilire il valore economico e monetario di un bene.

Talora il termine è anche riferito all'opinione ovvero la considerazione che si ha di una persona. La stima, per sua natura, è soggettiva ed a volte potrebbe non esprime un concetto finito se non accompagnato da altre parole (es.: ... ho un'alta stima di te..., una stima approssimativa..., ... la stima di un errore, ecc).

Estimo[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estimo, la stima è l'insieme di operazioni con le quali il valutatore (talora definito anche esperto, o estimatore o perito) ricerca il valore di un bene meglio descritto nella perizia di stima (tipicamente una Immobilizzazione Materiale o un'azienda). Questo valore può essere trovato utilizzando aspetti economici differenti in funzione delle finalità della stima. Esistono diversi tipi di stima: sintetiche o analitiche.

La stima può essere effettuata secondo diverse metodologie e con diverse finalità. Le stime patrimoniali ricercano consuetamente il più probabile valore venale di comune commercio o valore di mercato del bene esaminato, mentre le stime a fini assicurativi (stime preventive) hanno come obiettivo la determinazione del valore a nuovo del bene, per consentire una sua corretta copertura.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Valutazione immobiliare.

Statistica[modifica | modifica wikitesto]

In statistica, la stima può denotare:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ UNI ISO 3534-1:2000, Statistica - Vocabolario e simboli - Probabilità e termini statistici generali. Milano: Ente Nazionale Italiano di Unificazione, 2000, 2.49
  2. ^ UNI ISO 3534-1:2000, Op. cit, 2.51

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica