Stanley Pons

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Stanley Pons (Valdese, 1943) è un chimico statunitense.

È conosciuto per il suo lavoro di ricerca sulla fusione fredda in collaborazione con Martin Fleischmann tra gli anni ottanta e novanta. I due si incontrarono quando Pons era uno studente del gruppo di Alan Bewick all'università di Southampton ove consegui il dottorato di ricerca nel 1978.

Il 23 marzo del 1989, quando era un ricercatore all'università dello Utah, insieme a Fleischmann annunciò di avere prodotto energia tramite la fusione fredda, ritenuta da molti impossibile. Dopo un breve periodo iniziale di entusiasmo, i due vennero attaccati dalla comunità scientifica per via dei risultati incerti e per la non riproducibilità degli esperimenti, anche se alcuni gruppi di ricerca sparsi per il mondo annunciavano di aver riprodotto i loro risultati sperimentali, nonostante l'opinione contraria del "Department of Energy" statunitense.

Pons si trasferì in Provenza nel 1992 insieme a Fleischmann per lavorare per i laboratori IMRA (parte della Technova Corporation, del gruppo Toyota). Secondo alcuni, la Toyota e altre multinazionali avrebbero avuto interesse a far ritirare i due dal progetto della fusione fredda.

La coppia di scienziati si separò nel 1995.

Secondo un comunicato del dipartimento di chimica dell'Università dello Utah, dal 2000 Pons non svolge più ricerche in Francia.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 58251972 LCCN: n91019343

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie