Sigeberht dell'Anglia orientale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Sigeberto II

Martire

Nascita VI secolo
Morte 637
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 27 settembre (o anche 16 gennaio)

Sigeberht, o Sigebert, in italiano Sigeberto (... – 27 settembre 637), fu re dell'Anglia orientale dal 631 al 634.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figliastro di Rædwald, Sigebert si rifugiò in Francia dopo l'assassinio del fratellastro Eorpwald nel 628. Là si convertì al Cristianesimo e ricevette il battesimo. Dopo tre anni di regno del pagano Ricberht (631) (assassino di Eorpwald), Sigebert tornò nell'Anglia orientale. Fu allora che San Felice di Burgundia giunse a Canterbury per esercitare l'attività missionaria, mandatovi da Onorio arcivescovo ad aiutare Sigebert a diffondere la cristianità romana nel suo regno. Insieme Sigebert e Felice fondarono una scuola di lettere, la prima di quell'epoca nell'Anglia orientale. Felice era anche il primo vescovo della nazione, per cui è chiamato l'"Apostolo degli Angli orientali". Sigebert accolse anche san Fursey, eremita irlandese, alla sua corte e gli diede il forte d'epoca romana di Burgh Castle per crearvi un monastero. Felice e Fursey lavoravano nelle due differenti tradizioni della Fede, romana ed irlandese, fra le gente della regione. Nel 634 Sigebert abdicò volontariamente in favore di Egric, forse suo nipote o cugino, per ritirarsi in un monastero, forse a Burgh Castle o a Bury St Edmunds.

Secondo la leggenda (scritta nella Storia Ecclesiastica di san Beda), Sigebert fu costretto a lasciare il suo ritiro spirituale nel 636 per guidare il suo ex-esercito in battaglia contro il re pagano Penda di Mercia, che aveva invaso il suo regno. Sigeberht inizialmente rifiutò l'invito di Egric a guidare la sua gente in battaglia, tuttavia il fu il popolo stesso a richiederelo come guida. Durante la battaglia Sigeberht, che camminava senza armi fra i combattenti, fu colpito a morte. Sia Sigebert che Egric furono uccisi dagli invasori Merciani.

Forse perché venne ucciso da un pagano, oppure perché era monaco e rifiutava di portare armi, Sigeberht fu subito considerato martire. Fu il primo fra tutti i re Inglesi ad abdicare al suo regno per amore di Dio, e anche l'istitutore del primo vescovado del regno, per questo è venerato come santo. Viene festeggiato il 27 settembre (o il 16 gennaio in alcune località inglesi).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

San Sigeberto II in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

in lingua inglese:

  • David Hugh Farmer (1978). The Oxford Dictionary of Saints. Oxford University Press. ISBN 0-19282-038-9
  • D. P. Kirby (1991). The Earliest English Kings. Unwin Hyman. ISBN 0-04445-691-3
  • S. J. Plunkett (2005). Suffolk in Anglo-Saxon Times. Tempus. ISBN 0-7524-3139-0
  • Ann Williams, Alfred P Smyth and DP Kirkby (1991). A Biographical Dictionary of Dark Age Britain. Seaby. ISBN 1-85264-047-2

Successioni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Re dell'Anglia orientale Successore
Ricberht 631-634 Egric