Seder

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Seder, in ebraico סדר, plurale sedarim, è un termine che può essere tradotto in lingua italiana con il termine "ordine", con riferimento ai diversi momenti del rituale di alcune ricorrenze della cultura ebraica:

Festività ebraiche:

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Capodanni ebraici e Shalosh Regalim.

Nella Torah:

  • Una porzione del libro del Tanach. Per la Torah, questa porzione riflette il triennale ciclo di lettura, in opposizione all'annuale ciclo di lettura settimanale. Per i Neviim ed i Ketuvim è una divisione quantitativa del testo.
  • Termine colloquiale per l'annuale porzione di testo bliblico a cui ci si riferisce in una determinata occasione.

Nei commentari:

Nella liturgia ebraica:

  • L'ordine delle benedizioni e delle preghiere da recitare, parimenti al termine siddur; ad esempio: Il Seder di Rav Amram Gaon.
  • La procedura di esecuzione di un precetto; ad esempio il seder dello shofar è l'ordine secondo il quale vanno prodotti suoni dalla buccina.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ v Siyum
  2. ^ Esistono differenti Minhaghim
  3. ^ v testo Seder Tu biShvat (a cura di Shalom/Scialom Bahbout), 31 dicembre 2007 (IT)