Sala montata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Insieme di una sala montata

Nella tecnica delle ferrovie si definisce Sala montata l’insieme costituito da due ruote e dall’asse corrispondente (assile o sala) di un veicolo ferroviario.

La due ruote in acciaio stampato o (soprattutto anticamente) a raggi sono montate a freddo sulle apposite sedi rettificate, dette portate, dell'assile di solito in acciaio fucinato al maglio, a sezione circolare che presenta alle due estremità due superfici rettificate dette fuselli. I fuselli fungono da appoggio per il rotabile attraverso una o più boccole lubrificate interposte o più generalmente coppie di cuscinetti a rulli.

Schema di sala montata

Sui rotabili più recenti sull’assile sono calettati anche i dischi del sistema frenante. Questi sono alettati per facilitare lo dispersione del calore che si sviluppa durante l'azione frenante.

Le ruote, costituite essenzialmente da dischi d'acciaio, hanno la superficie di rotolamento costituita da cerchioni riportati in acciaio laminato, torniti e rettificati, con una sezione stabilita da norme UIC apposite il cui profilo conico ha di massima una inclinazione di 1/20 ed è convergente verso il centro del binario, per ridurre il moto di serpeggiamento e per compensare in curva la maggiore lunghezza di binario percorso dalla ruota senza slittamenti della stessa.[1] Anche la superficie di rotolamento della rotaia è inclinata sull’orizzontale di un angolo di 1/20.

Nel caso di rotabili automotori o locomotive una sala montata viene definita sala motrice quando ad essa è applicata una coppia motrice in seguito all'accoppiamento con un qualsiasi tipo di motore e pertanto serve a far muovere il rotabile. Quando una sala è accoppiata mediante bielle o ingranaggi alla sala motrice viene chiamata sala accoppiata.

Si definisce invece sala portante quando ha soltanto la funzione di sostenere il carico per asse applicato.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ferrovie dello Stato,Veicoli ed impianti, op. cit., p.66

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ministero dei trasporti Ferrovie dello Stato, Veicoli ed impianti,vol IX, Pisa, Tipografia editrice Giardini, 1962.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti