Sainte-Mère-Église

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sainte-Mère-Église
comune
Sainte-Mère-Église – Stemma
Localizzazione
Stato Francia Francia
Regione Blason region fr Normandie.svg Bassa Normandia
Dipartimento Blason département fr Manche.svg Manica
Arrondissement Cherbourg-Octeville
Cantone Sainte-Mère-Église
Territorio
Coordinate 49°25′N 1°19′W / 49.416667°N 1.316667°W49.416667; -1.316667 (Sainte-Mère-Église)Coordinate: 49°25′N 1°19′W / 49.416667°N 1.316667°W49.416667; -1.316667 (Sainte-Mère-Église)
Superficie 17,68 km²
Abitanti 1 694[1] (2009)
Densità 95,81 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 50480
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 50523
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Sainte-Mère-Église
La chiesa di Sainte-Mère-Église

Sainte-Mère-Église è un comune francese di 1.694 abitanti situato nel dipartimento della Manica nella regione della Bassa Normandia.

Fa parte della circoscrizione (arrondissement) di Cherbourg-Octeville ed è capoluogo del cantone omonimo, a cui appartengono, oltre che il comune di Sainte-Mère-Église stesso, altri 25 comuni: Amfreville, Angoville-au-Plain, Audouville-la-Hubert, Beuzeville-la-Bastille, Beuzeville-au-Plain, Blosville, Boutteville, Brucheville, Carquebut, Chef-du-Pont, Écoquenéauville, Foucarville, Gourbesville, Hiesville, Houesville, Liesville-sur-Douve, Neuville-au-Plain, Picauville, Ravenoville, Saint-Germain-de-Varreville, Sainte-Marie-du-Mont, Saint-Martin-de-Varreville, Sébeville, Turqueville e Vierville.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il campanile della chiesa, con il monumento al paracadutista

Durante la Seconda guerra mondiale fu il primo comune francese ad essere liberato dall'occupazione tedesca dopo lo sbarco in Normandia, nella notte tra il 5 e il 6 giugno del 1944, e i due paracadute nello stemma araldico lo ricordano.

Sul campanile della chiesa è stato posto il manichino di un paracadutista, in ricordo di uno dei più celebri episodi dello sbarco, narrato nel libro di Cornelius Ryan Il giorno più lungo, e riportato nel film omonimo del 1962: il paracadutista americano John Steele della 82ª Divisione Aviotrasportata finì con il suo paracadute impigliato sul tetto del campanile, rimanendo per molte ore appeso lungo la parete del campanile stesso, ma con ciò salvandosi dallo scontro a fuoco con i tedeschi, seguito ai primi lanci.

Alcune missioni del videogioco Call of Duty, che si svolge nei giorni dello sbarco in Normandia, sono ambientate in questa città. Inoltre anche alcune missioni del videogioco Brothers in Arms: Road to Hill 30, sempre durante lo sbarco in Normandia, si svolgono qui.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


Note[modifica | modifica sorgente]

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia