Risoluzione 1441 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Small Flag of the United Nations ZP.svg
Risoluzione 1441
del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite
Data 8 novembre 2002
Seduta n. 4644
Codice S/RES/1441 (Documento)

Voti Pro: 15 Ast.: 0 Contro: 0
Oggetto Situazione di Iraq e Kuwait
Risultato Approvata

Composizione del Consiglio di Sicurezza nel 2002:
membri permanenti:

Cina CHN Francia FRA Russia RUS Regno Unito UK Stati Uniti USA

membri non permanenti:
Bulgaria BUL Camerun CMR Colombia COL Guinea GUI Irlanda IRL
Messico MEX Mauritius MRI Norvegia NOR Singapore SIN Siria SYR

Iraq Kuwait Locator.svg
In verde l'Iraq; in arancione il Kuwait

La Risoluzione 1441 dell'ONU venne emessa l'8 novembre 2002 dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite durante la 4644a seduta.

In questa risoluzione l'Iraq fu invitato ad accettare incondizionatamente le precedenti risoluzioni del Consiglio di Sicurezza e gli venne data un'ultima possibilità di ottemperare ai propri obblighi riguardanti il disarmo di armi biologiche o biochimiche.

All'Iraq venne inoltre ingiunto di dare agli ispettori dell'ONU e della Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (IAEA) un accesso pieno e incondizionato a tutti gli impianti di produzioni di armi.

All'Iraq venne posto il 15 novembre dello stesso anno come ultimatum per l'accettazione di questa risoluzione.

Il 13 novembre l'Iraq accettò la risoluzione. Quattro anni dopo aver lasciato il paese, tornarono a Baghdad gli ispettori dell'ONU sotto la guida di Hans Blix e Mohamed ElBaradei.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Nazioni Unite Portale Nazioni Unite: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Nazioni Unite