Richard Holbrooke

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Richard Holbrooke.

Richard Charles Albert Holbrooke (New York, 24 aprile 1941New York, 13 dicembre 2010) è stato un diplomatico statunitense.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Anche se a lungo noto nella cerchia diplomatica e giornalistica, Holbrooke raggiunse grande importanza pubblica solo quando, in qualità di Vice Segretario di Stato americano, mediò un accordo di pace tra le fazioni in guerra in Bosnia che portarono alla firma degli accordi di pace di Dayton, nel 1995.[1]

Dal 1999 al 2001, Holbrooke è stato ambasciatore statunitense alle Nazioni Unite.

Dal 2009 è stato consigliere speciale del presidente Obama e del Segretario di Stato Hilary Clinton su Pakistan e Afghanistan.[1]

Il 10 dicembre 2010 per un problema all'aorta è stato ricoverato in ospedale, dove è deceduto dopo tre giorni, per un infarto.[2]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Ordine di San Giorgio della Vittoria (Georgia) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di San Giorgio della Vittoria (Georgia)
— 16 dicembre 2010
Gran Croce al Merito dell'Ordine al Merito di Germania (Germania) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce al Merito dell'Ordine al Merito di Germania (Germania)
— 2002
Commendatore di Gran Croce dell'Ordine del Granduca Gediminas (Lituania) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce dell'Ordine del Granduca Gediminas (Lituania)
— 2002
Croce di Commendatore con Placca dell'Ordine al Merito della Repubblica di Polonia (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Commendatore con Placca dell'Ordine al Merito della Repubblica di Polonia (Polonia)
— 2002

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Usa: addio a Holbrooke, colosso della diplomazia, mediò la pace in Bosnia in Il Corriere della Sera, 14 dicembre 2010. URL consultato il 14-12-2010.
  2. ^ (EN) Jake Tapper, Richard Holbrooke has died in ABC News, 13 dicembre 2010. URL consultato il 14-12-2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 111459540 LCCN: n82136364

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie