Riccardo di Mandra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Riccardo di Mandra (... – 1170 circa) , nobile normanno dell'Italia Meridionale della seconda metà del XII secolo, conte del Molise.

La vita[modifica | modifica sorgente]

Riccardo di Mandra[1], conte del Molise, era il figlio di Ugo, conte del Molise (1128-1160) e di una figlia illegitima del re Ruggero di Sicilia[2].

Nel 1157 era il connestabile al fianco di Roberto III di Loritello nella rivolta filobizantina contro il re Gugliemo il Malo; in seguito ad una serie di sconfitte, Riccardo di Mandra ed il vescovo di Chieti furono stati catturati e il conte Roberto fuggì. Nel marzo 1161 si ritrovò coinvolto nella congiura di palazzo di Matteo Bonello, ma quando Simone di Taranto e Tancredi di Lecce giunsero armi in pugno al cospetto del re Gugliemo I, Riccardo si oppose col proprio corpo salvando la vita al re. A congiura conclusa (1162) pertanto Riccardo fu riabilitato proprio dal re Guglielmo.

Alla morte di Guglielmo I (1166), la regina Margherita, che guidò la reggenza durante la minore età del figlio, il futuro Guglielmo II il Buono, lo nominò cancelliere, gli restituì la contea di Molise e, confidando nella sua lealtà, lo inserì nel ristretto gruppo di persone fidate che fino al 1170 ebbe grande influenza nel consiglio reale. Presto fu però sospettato di avere una relazione con la regina e su istigazione di Enrico di Montescaglioso, fratello della regina, fu allontanato dalla corte e sostituito con Stefano di Perche.

Riccardo cadde definitivamente in disgrazia quando Boemondo conte di Manoppello, Gilberto conte di Gravina e Riccardo di Caserta lo accusarono di vari misfatti, tra i quali una cospirazione contro il cancelliere Stefano di Perche e l'acquisizione indebita di Mandra dal demanio della corona.

Riccardo di Mandra sposò una nobile di ascendenza longobarda, Gaitelgrima[3], da cui ebbe un figlio:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mandra in Puglia, nella regione di Troia. Storia della Sicilia sotto Guglielmo il Buono, Isidoro La Lumia (1867)
  2. ^ I Conti normanni di Molise
  3. ^ (EN) Rootsweb.ancestry.com

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Conte del Molise Successore
Ugo II del Molise 1168 - 1170 Ruggero del Molise

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]