Rialto del Valdaj

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Uno scorcio.

Il Rialto del Valdaj (russo Валда́йская возвы́шенность, Valdajskaja vozvyšennost' , lettone Valdaja augstiene) è una zona di basse colline moreniche, punteggiate di piccoli laghi, che si estende nella parte nordoccidentale della Russia europea, nel territorio delle oblast' di Novgorod, Pskov, Tver e Smolensk; costituiscono un'estensione settentrionale del Rialto Centrale Russo e culminano a 343 m di quota, nei pressi della cittadina di Vyšnij Voločëk.

Il Rialto del Valdaj trae origine dagli episodi glaciali che hanno interessato il territorio russo nel corso del Quaternario; sono infatti essenzialmente delle morene terminali, costituite essenzialmente dai detriti "raschiati" e accumulati dai grandi ghiacciai.

Il Valdaj, nonostante la sua scarsa elevazione, funge da spartiacque per bacini molto estesi: in particolare, qui hanno le sorgenti il Volga (tributario del mar Caspio), il Dnepr (che va al mar Nero), la Dvina Occidentale (che sfocia nel mar Baltico).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 57°00′N 33°30′E / 57°N 33.5°E57; 33.5

Russia Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Russia