Repubblica del Rif

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Repubblica del Rif
Repubblica del Rif – Bandiera Repubblica del Rif - Stemma
Dati amministrativi
Nome completo Repubblica confederata delle tribù del Rif
Nome ufficiale Jumhūriyyat al-Rīf (جمهورية الريف) - Tagduda n Arif
Lingue ufficiali arabo
Lingue parlate Berbero (Tamazight)
Capitale Ajdir
Politica
Forma di Stato Repubblica
Forma di governo
Nascita 1921 con Abd el-Krim
Causa Rivolta anti-spagnola
Fine 1926 con Abd el-Krim
Causa Invasione spagnola e francese
Territorio e popolazione
Bacino geografico Nordafrica
Economia
Valuta Riffan
Religione e società
Religioni preminenti Islam
Evoluzione storica
Preceduto da Marocco spagnolo
Succeduto da Marocco spagnolo

La Repubblica del Rif (denominazione completa: Repubblica confederata delle tribù del Rif), (Amazigh: Tagduda n Arif, arabo: جمهورية الريف, Jumhūriyyat al-Rīf ) fu creata nel settembre 1921, quando la popolazione del Rif si ribellò ai colonialisti spagnoli e dichiarò la propria indipendenza.

La sua capitale fu Ajdir. Fu coniata come moneta il Riffān (equivalente a 10 pence britannici e a 1 franco oro), grazie ai servizi del Capitano Charles Gardiner, un contrabbandiere d'armi britannico. La sua popolazione complessiva si stima fosse di circa 150.000 persone. L'indipendenza del Rif fu proclamata il 18 settembre 1921, con Abd el-Krim come suo capo (Amīr al-Rif ). La Repubblica del Rif fu formalmente costituita il 1º febbraio 1923, con Abd el-Krim come suo capo dello Stato (Ra’s al-Dawla ). Il suo Primo Ministro, dal luglio 1923 al 27 maggio 1926, fu ben Hajj Hatmi. La Repubblica fu cancellata dalle forze armate ispano-francesi il 27 maggio 1926.

Storia[modifica | modifica sorgente]

I Berberi resistettero fieramente sia alle incursioni degli spagnoli, sia a quelle dei francesi in Marocco. Tuttavia i Berberi non riuscirono a consolidare il loro potere, a causa del loro endemico tribalismo e delle loro ataviche contrapposizioni. La Grande Rivolta del 1912 contro il dominio francese fu un completo fallimento, a causa dell'effimera durata delle alleanze intertribali.

Un solo "signore tribale della guerra", Muhammad Abd el-Krim, divenne capo dei Berberi nel Rif. Essendo riuscito a creare una struttura unificata di comando, Abd el-Krim respinse gli spagnoli ai loro avamposti costieri, poi cominciò ad attaccare le forze francesi, nel tentativo di creare uno Stato indipendente con una sua organizzazione formale amministrativa e militare.

Alla fine del 1925, i francesi e gli spagnoli crearono una forza congiunta d'intervento di circa mezzo milione di uomini, con centinaia di carri armati e aeroplani. Essi attaccarono i territori della neo-costituita repubblica, sottoponendoli a massicci bombardamenti, mentre gli spagnoli fecero anche uso di armi chimiche di fabbricazione germanica. La Repubblica del Rif non aveva la minima possibilità di resistere e collassò nel maggio del 1926.

Gruppi d'intellettuali francesi denunciarono lo sfacciato imperialismo delle classi di governo, mentre analoghe manifestazioni non si ebbero in Spagna.

Elementi guerriglieri degli abitanti del Rif proseguirono nelle loro azioni militari fino al 1927.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]