Pteralopex pulchra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Volpe volante dal muso di scimmia di montagna
Immagine di Pteralopex pulchra mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Chiroptera
Sottordine Megachiroptera
Famiglia Pteropodidae
Genere Pteralopex
Specie P. pulchra
Nomenclatura binomiale
Pteralopex pulchra
Flannery, 1991
Areale

Distribuzione di Pteralopex pulchra.tif

La Volpe volante dal muso di scimmia di montagna (Pteralopex pulchra Flannery, 1991) è un pipistrello appartenente alla famiglia degli Pteropodidi, endemico di una delle Isole Salomone.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni, di cui è noto soltanto un individuo di sesso femminile, catturato nel 1990 ed ora depositato presso l'Australian Museum di Sydney con la lunghezza dell'avambraccio di 117,9 mm, la lunghezza della testa e del corpo di 161,8 mm e un peso fino a 280 g.[3]
Il colore del corpo è nerastro. Le parti ventrali sono giallastre. La pelliccia è lunga e lanosa. La tibia è ricoperta di peli. Le orecchie corte, strette ed appuntite, sono completamente nascoste nella pelliccia. Le membrane alari sono nere, ricoperte vistosamente di macchie bianche sulla parte ventrale. L'iride è rosso brillante.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

L'unica femmina catturata nel mese di maggio era in fase di allattamento.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

L'unico esemplare conosciuto è stato catturato a 1.230 metri di altitudine sul Monte Makarakomburu, sull'Isola di Guadalcanal, Isole Salomone.

Vive in foreste primarie umide montane.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato che il numero di adulti è probabilmente inferiore a 350 e probabilmente in lento declino, classifica P. pulchra come specie in grave pericolo (CR).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Leary, T., Helgen, K. & Hamilton, S. 2008, Pteralopex pulchra in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Pteralopex pulchra in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Flannery, 1991, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi