Power chord

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un powerchord di Do raddoppiato all'ottava superiore

Un power chord o powerchord (in inglese, letteralmente, "accordo potente"), è un bicordo, ovvero un intervallo musicale composto da due suoni, che vengono generalmente eseguiti simultaneamente: la nota fondamentale (I grado, ovvero la nota dà il nome al power chord) e la nota che dista ad un intervallo di V giusta (5º grado relativo). Talvolta, per rendere il suono più armonioso e corposo, viene aggiunto un altro suono di fondamentale ma eseguito ad un intervallo di VIII giusta, dunque raddoppiando, ad un'ottava superiore o inferiore, rispetto a quella in cui si trova la fondamentale.

Viene anche chiamato accordo di quinta, per via dell'intervallo di quinta giusta che si forma quando viene suonato allo stato fondamentale. Un esempio: il power chord MI5, dove MI è la fondamentale, è composto da MI e da SI poiché SI, partendo dalla fondamentale, si trova al relativo quinto intervallo.

Caratteristica del power chord è di essere composto solo da intervalli giusti (quarte, quinte ed ottave), ed è quindi privo di intervalli maggiori e minori (che sono invece presenti negli accordi veri e propri accordi, cioè tricordi formati, in stato fondamentale, da: fondamentale, intervallo di terza e di quinta). Tale caratteristica rievoca, per certi versi, le armonie usate nell'antica musica polifonica (prime forme di contrappunto, organum). Ma le radici dei power chord sono antichissime: risalgono alle coppie di trombe mono-nota in uso ai tempi dell'Antica Roma.

Proprio per gli intervalli che lo caratterizzano (ed in particolare per l'assenza di terze e seste) non esistono power chord maggiori o minori[1]. Tuttavia il power chord può riferirsi ad un contesto armonico maggiore o minore, in riferimento all'armonia e alle armonizzazioni in cui è inserito.

Per la sua potenza, e la sua semplicità d'uso, è largamente utilizzato nell'Heavy metal e nel Punk rock, generi che richiedono alla chitarra una presenza predominante.

Sembra che il primo musicista ad utilizzarlo con la chitarra sia stato Link Wray nel 1958[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ i Power chords
  2. ^ Ci lascia Link Wray, padre del power chord, su Accordo.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]