Porto Garibaldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Porto Garibaldi
frazione
Porto Garibaldi – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Provincia Provincia di Ferrara-Stemma.png Ferrara
Comune Comacchio-Stemma.png Comacchio
Territorio
Coordinate 44°40′48″N 12°14′26″E / 44.68°N 12.240556°E44.68; 12.240556 (Porto Garibaldi)Coordinate: 44°40′48″N 12°14′26″E / 44.68°N 12.240556°E44.68; 12.240556 (Porto Garibaldi)
Altitudine m s.l.m.
Abitanti 4 034 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale 44029
Prefisso 0533
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti magnavaccanti
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Porto Garibaldi

Porto Garibaldi (Magnavaca nel dialetto locale) è una frazione del comune di Comacchio, in provincia di Ferrara, che si trova sul litorale del mare Adriatico. È un importante porto di pesca e porto turistico, oltre che centro balneare.
Il paese di Porto Garibaldi è nato sul lato nord del porto canale, ed è l'insediamento più antico di una serie di sette località balneari, tutte comprese all'interno del comune di Comacchio, dette Lidi di Comacchio. Il nome originario dell'abitato era Porto di Magnavacca, poi il paese fu intitolato a Giuseppe Garibaldi per ricordare lo sbarco in zona dell'eroe del Risorgimento nel 1849.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il vecchio toponimo derivava presumibilmente dal latino Magno Vacuum , Il Grande Vuoto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Per Rione Magnavacca si intende il più antico quartiere dell’attuale Porto Garibaldi, che in età romana si chiamava Magnum Vacum, poi in epoca medioevale mutò in Portum Majavache, e intorno al diciassettesimo secolo di Magnavacca ed infine nel 1919 in Porto Garibaldi, in onore dello sbarco e suo salvamento di Giuseppe Garibaldi e Anita (3 agosto 1849).

Intorno al 1600 sorsero i primi fabbricati in muratura, fra questi: la torre di guardia detta Torre Bianca o Torre Lambertini, il Bettolino, la casa del Conte Ciabatta (governatore del porto), quella del Dazio, dell’operatore del Faro, i magazzini del sale, più alcuni pozzi per l’approvvigionamento di acqua dolce per i residenti e per i pescatori che lì approdavano e chiunque altro ne facesse uso.

Nel secolo IX si eresse il fabbricato della Dogana e Delegazione di Porto, le abitazioni dei possidenti di fondi agricoli: Bonnet, Felletti Spadazzi, Bellini, Bergamini, Patrignani ed altri. La nuova Chiesa Parrocchiale, il Circolo Mazzini, le scuole elementari, il lazzaretto per il malati in contumacia, alcune osterie, una locanda, la posta ed uno stabilimento per i bagni di mare, un forno per il pane e numerose abitazioni ad un solo piano con tetti in canna palustre (detti Casoni).

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia di Porto Garibaldi si basa principalmente sul turismo estivo, con la presenza di numerosi stabilimenti balneari e servizi di ristorazione, e sulla pesca.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Oltre che dal mare e dalle vie d'acqua in virtù della collocazione presso il del delta del Po, Porto Garibaldi è storicamente servita dalla strada Strada statale 309 Romea (E55) e dalla provinciale SP 1a/1b, già principale collegamento terrestre con l'entroterra; nella seconda metà del Novecento a questa si è aggiunto il Raccordo autostradale 8, che si innesta sulla stessa Romea.

Fra il 1911 e il 1945 la località costituì il capolinea orientale della tranvia a vapore Ostellato-Porto Garibaldi, gestita dalla Società Anonima delle Ferrovie e Tramvie Padane (FTP), poi sostituita dall'attuale autoservizio.

Eventi e ricorrenze[modifica | modifica wikitesto]

  • Festa della Madonna del Mare. Si celebra la prima domenica di giugno, con la tradizionale processione di pescherecci.
  • Festa dell'Ospitalità (la sera del 14 agosto), famosa per la preparazione della sarda fritta ad opera dei pescatori del luogo e della pro loco.
  • Sagra della Seppia e della Canocchia, mese di maggio.
  • Festa di S.Antonio da Padova. Processione con la statua del santo per le vie del paese, e distribuzione del pane benedetto ai convenuti, Pàn ad Sant Antoni, la prima domenica di ottobre.
  • Natale con i tuoi, Santo Stefano con noi. Tradizionale fiaccolata dei sub in acqua col Bambino Gesù, animazione e musica e spettacolo pirotecnico finale, il 26 dicembre.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Gli altri sei «Lidi di Comacchio» sono:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]