Pistole Glock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Glock
Una Glock 17 di "terza generazione" (iniziale)
Una Glock 17 di "terza generazione" (iniziale)
Tipo Pistola semiautomatica
Origine Austria Austria
Produzione
Progettista Gaston Glock
Data progettazione 1979–1982
Costruttore Glock
Date di produzione 1982-ancora in produzione
Entrata in servizio 1982
Ritiro dal servizio Ancora in uso
Numero prodotto 2,500,000[1]
Varianti Vedi tabella
Descrizione
Munizioni
Azionamento A rinculo corto, culatta bloccata (massa battente per varianti in .380 ACP)
Velocità alla volata 375 m/s (Glock 17, Glock 17C, Glock 18, Glock 18C)[2]
Tiro utile 50 m (Glock 17, Glock 17C, Glock 18, Glock 18C)[3][4]
Organi di mira fissi, aggiustabili o illuminati al trizio

[senza fonte]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

Le Glock Safe Action Pistol, chiamate generalmente Glock, sono una serie di pistole semiautomatiche progettate e prodotte dalla Glock Ges.m.b.H., a Deutsch-Wagram in Austria. Il fondatore della società, l'ingegnere Gaston Glock, non aveva alcuna esperienza con la progettazione e produzione di armi al tempo della loro prima pistola, la Glock 17. Aveva, invece, esperienza in polimeri sintetici avanzati, basilare per la produzione della prima serie di pistole con castello in polimeri. Glock introdusse anche la nitrocarburazione ferritica nelle armi come trattamento superficiale anti-corrosione per le parti metalliche.[5]

Nonostante le iniziali reticenze del mercato d'introdurre una "pistola di plastica", a causa di preoccupazione sulla durabilità ed affidabilità, le pistole Glock sono diventati i prodotti di maggior rendimento dell'azienda, tenendo il 65% del mercato delle pistole per le forze di polizia federale statunitensi[6], oltre che a molte altre forze armate e di polizia in tutto il Mondo.

Modifiche[modifica | modifica wikitesto]

Una modifica del 1991 consisteva nel modificare la molla di rinculo da due pezzi a uno, e lievi cambiamenti al caricatore.

Seconda generazione[modifica | modifica wikitesto]

Una prima tornata di modifiche, nel 1988, aggiunse una quadrettatura davanti e diero l'impugnatura, e una placchetta di metallo con il numero seriale davanti al ponticello del grilletto, secondo le regole della BATFE. Fu informalmente chiamata la "seconda generazione".

Terza generazione[modifica | modifica wikitesto]

Nei tardi anni '90 fu aggiunto un pezzo di scina sotto la volata per attaccare luci o puntatori laser. Fu aggiunto un poggia pollice su ambedue i lati e scanalature per dita sulla parte anteriore dell'impugnatura. Fu informalmente chiamata la "terza generazione (iniziale)".

In seguito furono apportate altre modifiche, quale un estrattore modificato (con l'extra funzione di indicare se la camera di scoppio è carica), e aggiunto un piolo sopra il grilletto per aumentare la solidità. Fu informalente chiamata la "terza generazione (tarda)".

Quarta generazione[modifica | modifica wikitesto]

Presentata nel 2010 al SHOT Show, consiste di modifiche principalmente all'aspetto ergonomico e alla molla di rinculo. Le armi di quarta generazione non hanno una totale intercambiabilità di pezzi con i modelli precedenti.

Modelli[modifica | modifica wikitesto]

Modelli di pistole Glock
Numero del modello Cartuccia Lunghezza totale Lunghezza canna Capacità caricatore[7] Peso
(scarico)
Stile
(mm) (mm) Standard Opzionale (g)
17*, 17C 9 x 19 mm Parabellum 186 114 17 10, 19, 33 625 Standard
17L 225 153 17 10, 19, 33 670
18, 18C 185 114 33 10, 17, 19 620
19*, 19C 174 102 15 10, 17, 19, 33 595 Compact
20*, 20C, 20SF 10 mm Auto 193 117 15 10 785 Standard
21*, 21C, 21SF .45 ACP 13 10 745
22*, 22C .40 S&W 186 114 15 10, 17, 22 650
23*, 23C 174 102 13 10, 15, 17, 22 600 Compact
24, 24C 225 153 15 10, 17, 22 757 Competition
25 .380 ACP 174 102 15 17, 19 570 Compact
26* 9 x 19 mm 160 88 10 12, 15, 17, 19, 33 560 Subcompact
27* .40 S&W 9 11, 13, 15, 17, 22 560
28 .380 ACP 10 12, 15, 17, 19 529
29*, 29SF 10 mm Auto 172 96 10 15 700
30*, 30SF .45 ACP 10 9, 13 680
31*, 31C .357 SIG 186 114 15 10, 17 660 Standard
32*, 32C 174 102 13 10, 15, 17 610 Compact
33* 160 88 9 10, 11, 13, 15, 17 560 Subcompact
34* 9 x 19 mm 207 135 17 19, 33 650 Competition
35* .40 S&W 15 10, 17 695
36 .45 ACP 172 96 6 - 570 Slimline
37* .45 GAP 186 116 10 - 735 Standard
38 174 102 8 10 685 Compact
39 160 88 6 8, 10 548 Subcompact
41* .45 ACP 222 135 13 10 775 Competition
42 .380 ACP 151 83 6 - 380 Slimline
Note:
  • Le pistole segnate con un "*" sono presenti anche in versione "Gen4". La Glock 41 è prodotta solo nella varietà "Gen4".
  • Le pistole Glock con la lettera "C" dopo il numero del modello sono dotati di compensatori e carrello progettati per diminuire l'alzo della bocca durante lo sparo.
  • Le Glock 18/18C sono pistole mitragliatrici a fuoco selettivo in 9 x 19 mm Parabellum, e quindi non disponibili alla popolazione civile in molti stati.
  • Le pistole Glock segnate con la sigla "SF" sono "short-framed" (a castello corto). Hanno un corso di grilletto più corto di 2,5 mm e il calcio assottigliato di 4 mm rispetto ai Glock 20 e 21 a castello completo.
  • Le Glock 25 e 28 non sono disponibili alla vendita al pubblico negli Stati Uniti, in quanto una pistola piccola in.380 ACP non è conforme al criterio di "motivi sportivi" per pistole d'importazione secondo il Gun Control Act del 1968 del Bureau of Alcohol, Tobacco, Firearms and Explosives.[8]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Descrizione della Glock Ges.m.b.H., Hoovers.com. URL consultato il 29 giugno 2010.
  2. ^ Kevin Dockery, Future Weapons, New York, Penguin, 2007, p. 188, ISBN 0-425-21750-7.
  3. ^ GLOCK 18, Tuffsteel Manufacturing, 2004. URL consultato il 27 novembre 2010.
  4. ^ GLOCK. URL consultato il 26 dicembre 2010.
  5. ^ Trattamenti metallici: nitrocarburazione ferritica/Melonite/Tenifer
  6. ^ Patrick Sweeney, The Gun Digest Book of the Glock, 2nd, Iola, WI, Krause Publications, 2008, ISBN 0-89689-642-0.
  7. ^ Tabella sui caricatori Glock
  8. ^ Info sui modelli Glock: "What is the BATF points system and how does it affect Glocks?" su GlockFAQ.com. URL consultato il 3 febbraio 2008.
Guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerra