.45 GAP

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg

La cartuccia .45 GAP (Glock Automatic Pistol) è stata sviluppata dalla casa austriaca Glock per la sua pistola Glock 37 unitamente alla ditta americana Speer che produce munizioni. Caratteristica fondamentale della .45 Gap è la ridotta altezza della munizione che, così, può essere impiegata in pistole maneggevoli con il fusto derivato da quello delle pistole semiautomatiche 9 mm. La .45 GAP deriva per accorciamento dalla .45 ACP ma ha subito ulteriori importanti modifiche: le pareti interne del bossolo sono rastremate per poter montare pesanti proiettili di 230 grs senza rigonfiamenti anomali del bossolo medesimo; l'innesco non è del tipo large pistol, come per la .45 Acp, ma è small pistol in funzione del ridotto volume della camera a polvere; il bossolo è di tipo "rebated", cioè col fondello (leggermente) più stretto della larghezza del bossolo. Le prestazioni restano invariate rispetto alla .45 ACP, solo le pressioni sono leggermente più alte eguagliando quelle della .45 ACP+P. Questo comporta l'avere le stesse prestazioni di un'arma calibro .45 ACP in una pistola più compatta. Anche la Springfield ha adottato il .45 GAP nel modello XD.

Recentemente 4 agenzie di polizia statunitensi (New York State Police, Georgia State Patrol, Pennsylvania State Police e South Carolina Highway Patrol) hanno adottato come pistola d'ordinanza la Glock Modello 37 in .45 G.A.P. Da tempo, oltre la citata 37, la Glock nei propri cataloghi annovera in .45 GAP la semiautomatica compatta modello 38 e la subcompact modello 39 aventi rispettivamente caricatore da 8 e 6 colpi.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra