Pierre Pérignon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pierre Pérignon

Pierre Pérignon (Sainte-Menehould, 1639Hautvillers, 24 settembre 1715) è stato un monaco francese, appartenente all'ordine benedettino, spesso indicato, forse erroneamente, come l'inventore dello Champagne. Una varietà di questa bevanda, il famoso Dom Pérignon, porta il suo nome.

Pierre Pérignon era figlio del cancelliere di un giudice della città di Sainte-Menehould, nella regione francese della Champagne-Ardenne.

Pietra tombale di Pierre Pérignon

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Egli crebbe nella sua città natale, prima di diventare voce bianca nel coro dell'abbazia benedettina di Moiremont. Ammesso all'età di tredici anni nel collegio gesuita di Châlons, entrò nel 1656 nell'abbazia benedettina di Saint-Vanne, nelle vicinanze di Verdun, nel nord della Francia. Lì, fedele alla regola di San Benedetto, alternò lavoro manuale, lettura e preghiera, acquisendo col tempo solide conoscenze filosofiche e teologiche. Nel 1668, all'età di trent'anni, si spostò presso l'abbazia di Saint-Pierre d' Hautvillers, a nord di Épernay, dove ricoprì l'incarico di cellario fino alla sua morte, nel 1715. Nell'abbazia si occupò delle proprietà terriere, dei prodotti lì coltivati e lavorati ed in particolar modo delle vigne, dei torchi e delle cantine. Grazie a questo incarico, attorno ai quarant'anni, si ritiene abbia inventato (seppure l'affermazione appaia infondata) la bevanda che lo ha reso celebre: lo Champagne. Gli si attribuisce inoltre il primo utilizzo di tappi di sughero per tappare le bottiglie (in precedenza si utilizzavano stoppa e cera fusa). Dom Pierre Pérignon fu sepolto, con gli onori riservati agli abati, nel coro della chiesa abbaziale di Hautvillers. Controllo di autorità VIAF: 64815883 LCCN: nb99083335