Piano Delta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il piano Delta (in nederlandese Deltawerken) è un progetto ideato e avviato in seguito all’inondazione causata dal Mare del Nord nel 1953 nei Paesi Bassi, per evitare il ripetersi di simili catastrofi. L’inondazione aveva infatti causato la morte di 1835 persone e costretto all’evacuazione altre 70.000; annegarono 10.000 capi di bestiame e 4.500 edifici furono distrutti.

Il progetto aveva l’ambizione di incrementare la sicurezza delle zone topograficamente più depresse dei Paesi Bassi, difendendole dalle tempeste più violente e dalle inondazioni. Dato che più di un terzo del paese si trova sotto il livello del mare, l’obiettivo risultava complesso. Le dune costiere furono rialzate di oltre 5 metri e le isole della Zelanda furono collegate da dighe e altri capolavori di alta ingegneria. Tra questi il più complesso è l’Oosterscheldekering (diga della Schelda orientale), opera di sbarramento lunga 9 chilometri che può essere chiusa per proteggere la baia, ma che resta solitamente aperta per mantenerne la salinità nonché preservare la fauna selvatica e l’industria della pesca. Questi capolavori ingegneristici, della lunghezza complessiva di 25 chilometri, hanno però ridotto la costa dei Paesi Bassi di circa 700 chilometri. L’Oosterscheldekering è considerata da alcuni l’ottava meraviglia del mondo e inoltre l’American Society of Civil Engineers l’ha indicata tra le sette meraviglie del mondo moderno. Tuttavia vi è un acceso dibattito attorno al piano Delta: la terra si abbassa ed è soggetta al riscaldamento globale e al cambiamento climatico mentre il livello degli oceani cresce. Le dighe dovranno sicuramente essere rinforzate e rialzate, intensificando il processo di subsidenza del terreno. C’è chi ritiene che trasferire le città e restituire le terre al mare sarebbe, nel lungo periodo, una soluzione più sostenibile rispetto a una battaglia contro le acque.

Le opere[modifica | modifica sorgente]

Le opere legate al piano Delta sono state realizzate in un periodo di circa 40 anni. Con il completamento del Maeslantkering nel 1997 si possono ormai considerare terminate. L’avviamento del piano è andato di pari passo con l’introduzione di nuove tecniche ingegneristiche, in particolare per l’Oosterscheldekering e la Maeslantkering.

Le opere del Piano Delta
Progetto Inizio dei lavori Inaugurazione Funzione Corsi d'acqua Ubicazione
Stormvloedkering Hollandse IJssel 1958 1958 Diga di sbarramento antitempesta Hollandse IJssel (fiume) Olanda Meridionale, vicino Rotterdam
Zandkreekdam 1959 1960 Diga Zandkreek, Veerse Gat (ramo della Schelda Orientale) Tra le isole Noordbeveland e Zuidbeveland, a est
Veerse Gatdam 1960 1961 Diga Veerse Gat (ramo della Schelda Orientale) Tra le isole Noordbeveland e Zuidbeveland, a ovest
Grevelingendam 1958 1965 Diga Grevelingenmeer (ramo della Schelda Orientale) Tra la penisola di Tholen e Schouwen-Duiveland
Volkerakdam 1957 1969 Diga Volkerak, Hollands Diep (fiume) (ramo della Mosa e della Schelda) Tra Olanda Meridionale e Zelanda
Haringvlietdam 1958 1971 Diga Haringvliet (braccio del Reno e della Mosa) Tra Voorne-Putten e Goeree-Overflakkee
Brouwersdam 1964 1971 Diga di sbarramento antitempesta Baia di Brouwershaven (ramo della Schelda Occidentale) Tra Schouwen-Duiveland e Noordbeveland
Markiezaatskade 1980 1983 Diga Schelda Occidentale, Canale della Schelda-Reno Tra la penisola di Zuid-Beveland e Molenplaat
Oosterscheldekering 1960 1986 Diga di sbarramento antitempesta Schelda Orientale Tra Schouwen-Duiveland e l’isola del Noordbeveland
Oesterdam 1979 1997 Diga Schelda Orientale, Markiezaatsmeer, Canale della Schelda del Reno Tra Tholen e Zuidbeveland
Philipsdam 1976 1997 Diga Schelda Orientale Tra Grevelingendam e Sint-Philipsland
Bathse spuisluis 1980 1987 Chiusa Volkerak, Markiezaatsmeer, Schelda Orientale Bath (Zelanda)
Maeslantkering 1988 1997 Diga di sbarramento antitempesta Nieuwe Waterweg (braccio del Reno) A valle di Rotterdam, Olanda meridionale
Hartelkering 1991 1997 Diga mobile Canale Hartel Vicino a Spijkenisse, Olanda meridionale

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Paesi Bassi Portale Paesi Bassi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Paesi Bassi