Parker Pyne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Parker Pyne è l'ultimo, in ordine cronologico, dei 7 investigatori "fissi" inventati dalla Christie, cioè che compaiono in più di una storia. Gli altri sono i più celebri Hercule Poirot, Miss Marple, la coppia Tommy e Tuppence e la coppia Quin e Satterthwaite.

Appare in 14 racconti di Agatha Christie, 12 della raccolta Parker Pyne indaga che segnano il suo esordio letterario più altri 2, presenti nella raccolta di racconti "In tre contro il delitto": "La stella del mattino" e "Il caso della baia di Pollensa". Quest'ultimo racconto è presente anche nella raccolta postuma uscita nel Regno Unito nel 1991 "Problem at Pollensa Bay and Other Stories".

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

"Era un uomo grosso e robusto, per non dire grasso, con una testa calva di nobili proporzioni, un paio di occhiali con le lenti molto forti e due occhietti che ammiccavano sempre" descrizione di Parker Pyne, da "Il caso della signora di mezz'età".

Parker Pyne è un impiegato statale in pensione, che vuole mettere a disposizione delle persone l'esperienza accumulata in trentacinque anni passati a compilare statistiche.

Raccolte di racconti[modifica | modifica sorgente]

Raccolta di racconti interamente dedicata:

Raccolta di racconti condivisa (con Hercule Poirot e Miss Marple):

  1. "La stella del mattino"
  2. "Il caso della baia di Pollensa"

Citazioni[modifica | modifica sorgente]

  • "Siete felici? Se la risposta è no, consultate Mr. Parker Pyne, Richmond Street, 17." dal primo racconto con protagonista Parker Pyne, "Il caso della signora di mezz'età".

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]