Harley Quin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il personaggio dei fumetti, vedi Harley Quinn.

È uno dei detective "fissi" meno conosciuti di Agatha Christie insieme con il suo compagno d'avventure Satterthwaite e con Parker Pyne.

È protagonista, assieme a Satterthwaite, della raccolta di racconti "Il misterioso signor Quin", del racconto "Gli investigatori dell'amore" della raccolta "Tre topolini ciechi e altre storie" e del racconto "Il servizio da tè arlecchino".

Il suo compito è quello di risvegliare le capacità deduttive che Satterthwaite ha in potenza e/o a far agire gli altri personaggi. È un personaggio fantasmatico, irreale, inusuale, legato alla maschera di Arlecchino nel nome (come rimarca la stessa Christie nei racconti), ma con un carattere ed un agire completamente diverso. Di lui si sa pochissimo: non dove viva, come viva... e se viva: infatti è a metà strada fra la persona in carne ed ossa e figure metafisiche come i fantasmi.

Aspetto fisico[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto riguarda l'aspetto fisico si sa solo che è alto, bruno, magro ed olivastro. Spesso sulla sua persona si formano strani giochi di luce (che lo rendono simile alla maschera di Arlecchino), come quello descritto nel racconto "È arrivato il signor Quin": "A Satterthwaite, che lo osservava, sembrò, per un curioso effetto dei vetri colorati della transenna sopra la porta, vestito di tutte le sfumature dell'arcobaleno."

Raccolte di racconti[modifica | modifica wikitesto]

Raccolta di racconti interamente dedicata:

Raccolta di racconti condivisa (con Hercule Poirot, Miss Marple e i personaggi dei "Tre topolini ciechi"):

  1. "Gli investigatori dell'amore"

Il racconto "The Harlequin Teaset" nella raccolta omonima pubblicata postuma.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]