Parco nazionale del Kafue

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 14°44′22.89″S 26°13′51.09″E / 14.739692°S 26.230858°E-14.739692; 26.230858

Parco nazionale del Kafue
Kafue National Park
Stati Zambia
Province Provincia Nord-Occidentale (Zambia), la Provincia Centrale (Zambia) e la Provincia Meridionale (Zambia)
Comuni Kalombo, Nawala, Kasempa, Numbwa
Superficie a terra 22.400 km²

Il Parco Nazionale del Kafue è il più grande parco nazionale di tutto lo Zambia e copre una zona di circa 22.400 km² (come l'intera provincia inglese del Galles o il Massachusetts negli Stati Uniti). È il secondo parco nazionale più grande in Africa e ospita più di 55 diverse specie animali.

Il parco prende il nome dal fiume Kafue. Si distende su tre diverse provincie dello Zambia: la Nord-Occidentale, la Centrale e la Meridionale. Ci si accede tramite la strada che da Lusaka porta a Mongu, la Great West Road, che attraversa il parco nella parte centro-settentrionale. Strade sterrate collegano Kalombo e Nawala nella parte sud e sud-est e Kasempa nel nord, le strade non essendo asfaltate sono utilizzabili solo nella stagione secca e non nella stagione delle piogge.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Parco Nazionale del Kafue fu fondato nel 1924, dopo che il governo coloniale Britannico spostò i tradizionali proprietari della zona, gli aborigeni Nkoya di (Ré) Mwene Kabulwebulwe, dai loro tradizionali terreni di caccia, verso il distretto di Numbwa, più a est. Visto che nel parco non venivono abbastanza turisti, e per via della mancanza dello sviluppo della Provincia Centrale, i capi degli aborigeni Nkoya, hanno proposto di fondare una nuova provincia chiamata la Kafue Province.[1]

Ecoregioni e habitat[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte del parco si trova nell'ecoregione della Foresta Centrale del Miombo Zambesiano caratterizzata da praterie di savana con alcuni alberi di Miombo e qualche dambo qua e là (nome aborigeno che significa acquitrino - solo nelle stagioni delle piogge -). Verso il sud si trovano colline rocciose e gli alberi di miombo vengono pian piano rimpiazzati con degli alberi di mopano, più resistenti al clima secco e arido della zona. Una sottile cintura di foreste sempre verdi cinge le rive del fiume Kafue, nel quale, però, è stata costruita una diga non però senza controversie, la quale forma un lago entro i confini del parco. Ci sono zone, verso l'ovest ed il meridione, ricoperte di foreste sempreverdi di alberi Baikiaea e Cryptosepalum.

Il gioiello nella corona del parco del Kafue è comunque l'ecoregione delle praterie che regolarmente vengono inondate verso il nord questo include la Palude del Busanga e la sua pianura. Questo ecosistema è a supporto di grandi mandrie di erbivori e dei loro predatori. Nella stagione secca gli animali selvatici restano vicini agli acquitrini e le zone paludose, e sono facilmente avvistabili. La zona è anche molto rinomata per i volatili che la popolano.

Ngoma, nel sud del parco, è il quartier generale del parco, ma questa zona insieme a quella della Pianura di Nanzhila sono diventate pian piano sempre meno abitate a seguito della costruzione della Diga di Itezhi-Tezhi e un nuovo insediamento è stato costruito più a nord. Il lago della Diga di Itezhi-Tezhi ha sommerso la strada che porta da Ngoma a Chunga e adesso è necessario prendere un'altra strada al di fuori del parco per potere arrivare da una città all'altra.[2]

Il parco è incluso nella Kavango - Zambezi Transfrontier Conservation Area delle 5 nazioni.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Visit Zambia Campaign
  2. ^ Map of Kafue National Park