One Week of Life

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
One Week of Life
Titolo originale One Week of Life
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1919
Durata 50 min
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1.33 : 1
Genere drammatico
Regia Hobart Henley
Soggetto Cosmo Hamilton
Sceneggiatura Willard Mack
Casa di produzione Goldwyn Pictures Corporation
Fotografia Edward Gheller
Interpreti e personaggi

One Week of Life è un film muto del 1919 diretto da Hobart Henley.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il ricco Kingsley Sherwood, infelicemente sposato con una donna egoista e superficiale, è diventato un alcoolizzato. La moglie, da cui vive ormai da tempo separato - ognuno nel proprio appartamento nella vasta residenza degli Sherwood - sogna di stare una settimana in piena libertà con il suo amante, LeRoy Scott. Costui trova una sosia della donna in Marion Roche, una ragazza appena giunta a New York da una cittadina dell'Ohio. Convince la ragazza a prendere il posto della signora Sherwood, intenerendola con la storia di un figlioletto malato di cuore che la donna dovrebbe andare a trovare in California e che il marito le proibisce di vedere.

Mentre i due amanti partono per la loro settimana d'amore in montagna, Marion si trova a convivere con Kingsley Sherwood. La sua natura affabile e piena di buoni sentimenti induce l'uomo a smettere di bere. Ma, questi, ben presto si rende conto che quella non è sua moglie. Comunque, crede alla buona fede di Marion e non la ritiene complice del piano dei due amanti.

Così, quando Sherwood leggerà sul giornale che Scott ha perso la vita annegando durante una tempesta insieme a un compagno, capisce che la moglie è morta. Chiede allora a Marion di restare con lui. Lei accetta, ma a patto che lui intraprenda una cura per disintossicarsi definitivamente, guarendo dal vizio di bere.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Goldwyn Pictures Corporation.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Goldwyn Distributing Company, uscì nelle sale cinematografiche USA il 18 maggio 1919.

Attualmente, la pellicola viene considerata perduta[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stanford Universitu

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press, 1988 ISBN 0-520-06301-5

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema