Olaf IV di Norvegia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati di "Olaf", vedi Olaf (disambigua).
Olaf IV di Norvegia
Oluf 2 of Denmark (Kronborg tapestries) cropped.jpg
Re di Norvegia
Stemma
In carica 1380 –
1387
Predecessore Haakon VI di Norvegia
Successore Margherita I di Danimarca
Re di Danimarca (II)
In carica 1376 –
1387
Predecessore Valdemaro IV di Danimarca
Successore Margherita I di Danimarca
Re di Svezia (I)
In carica 1385 –
1387
Predecessore Alberto di Meclemburgo
Successore Margherita I di Danimarca
Nascita Fortezza di Akershus, dicembre 1370
Morte Falsterbo, 23 agosto 1387
Luogo di sepoltura Soro, Klosterkirke
Casa reale Folkung
Padre Haakon VI di Norvegia
Madre Margherita I di Danimarca

Olaf IV Haakonsson (Fortezza di Akershus, dicembre 1370Falsterbo, 23 agosto 1387) fu Re di Danimarca come Olaf II (1376–1387) e Re di Norvegia come Olaf IV (1380–1387). Fu anche Re di Svezia (Olaf I), in opposizione ad Alberto di Meclemburgo, dal 1385 al 1387.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La regina Margherita I

Olaf era figlio di Haakon VI di Norvegia e di Margherita di Danimarca. Haakon era figlio di Re Magnus II di Svezia e Margherita era sorella di Re Valdemaro IV di Danimarca.

Dopo Olaf, nessun sovrano di Norvegia sarebbe più nato sul suolo norvegese per più di 550 anni, fino alla nascita del principe Harald nel 1937, attuale re. La sua morte segnò anche la fine della linea maschile della dinastia Folkung in Svezia.[1]

Olaf ereditò il trono danese dalla madre (o meglio dall'avo Valdemaro IV) e quello norvegese dal padre.

Venne eletto formalmente come Re di Svezia nel 1385, data la sua giovanissima età, e sua madre lo sostituì sicuramente come reggente.

In seguito della sua morte prematura, a diciassette anni, nel 1387, la volitiva madre Margherita fu in grado di unire i tre regni scandinavi in unione personale sotto una sola corona, grazie all'Unione di Kalmar nel 1389.[2]

Margherita, ormai unica sovrana regnante, fece tumulare il ragazzo nella Klosterkirke di Soro, accanto agli avi Valdemaro IV, Cristoforo I e la regina consorte Eufemia di Pomerania.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Oakley, p. 20
  2. ^ Etting, p.32
  3. ^ Helleberg, p.48

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • V. Etting, Margrete den forste, Nordisk Forlag 2009.
  • M. Helleberg, Rigets frue Margrete I, Aschehoug 2003.
  • M. Hill, Margaret of Denmark, Kessinger 2009.
  • S. Oakley, A short history of Denmark, New York 1972.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Gran Maestro dell'Ordine dell'Elefante - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine dell'Elefante
Gran Maestro dell'Ordine del Dannebrog - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine del Dannebrog

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Re di Danimarca Successore
Valdemaro IV 13761387 Margherita I
National Coat of arms of Denmark no crown.svg
Predecessore Re di Norvegia Successore
Haakon VI 13801387 Margherita I
National Coat of arms of Denmark no crown.svg
Predecessore Re di Svezia Successore
Alberto di Meclemburgo 13851387 Alberto di Meclemburgo e Margherita I
National Coat of arms of Denmark no crown.svg