Guido di Dampierre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guido di Dampierre a cavallo

Guido di Dampierre (1226Compiègne, 7 marzo 1305) fu conte delle Fiandre..

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Guglielmo II di Dampierre e Margherita di Costantinopoli

Nel corso della guerra di successione dell'Hainaut e delle Fiandre, il 4 luglio 1253, Giovanni d'Avesnes sconfisse gli eserciti della madre Margherita e del fratellastro, Guido di Dampierre, durante la battaglia di West-Capelle. Guido fu imprigionato e Margherita decise di vendere i suoi diritti sull'Hainaut a Carlo d'Angiò, fratello del re di Francia, se l'avesse riconquistato da Giovanni. Il cognato di Giovanni, Guglielmo II, conte d'Olanda, che era stato eletto re tedesco (o "Re dei Romani"), fu convinto a concedere l'Hainaut (un feudo imperiale) e le terre fiamminghe all'interno dell'Impero a Giovanni. Carlo d'Angiò fu sconfitto e il re Luigi IX di Francia, di ritorno dalla settima crociata, ordinò al suo fratello di rispettare il suo arbitrato del 1246. Il 22 novembre 1257, Guido infine rinunciò all'Hainaut.

Nel 1294 trattò con il re d'Inghilterra, Edoardo I promettendo in sposa al principe reale la figlia Filippina. Filippo il Bello non lo accettò, e fece prigioniera a Parigi l'infelice fanciulla. Tre anni più tardi Guido ruppe il giuramento di fedeltà che lo legava al re francese, e nel 1298 mandò in ambasciata a Roma i figli Roberto di Béthune, Giovanni di Namur e Filippo, per chiedere a Bonifacio VIII un'intercessione per la liberazione della ragazza. L'operazione tuttavia naufragò.[1]

Fu fatto prigioniero, assieme ai figli Roberto di Béthune e Guglielmo di Crevecœur, durante l'invasione francese delle Fiandre, capeggiata nel 1300 da Carlo di Valois. Guido fu tradotto nel castello di Compiègne, dove morì.

Mogli e figli[modifica | modifica wikitesto]

Sposò nel 1246 Mathilde de Béthune († 1264), figlia ed ereditiera di Roberto VII di Béthune, signore di Béthune, Termonde, Richebourg e Warneton, e d'Elisabeth de Morialmez. Mathilde e Guy ebbero:

Rimasto vedovo, si risposò nel 1264 con Isabella di Lussemburgo († 1298), figlia di Enrico IV di Lussemburgo e di Marguerite de Bar. Ebbero:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ B.Croce, Vite di avventura fede e passione, Bari, Laterza, 1953, pp.18-20

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Benedetto Croce, Vite di avventura fede e passione, Bari, Laterza, 1953, cap.I («Filippo di Fiandra»)


Predecessore Marchese di Namur Successore
Enrico V di Lussemburgo 1268 - 1297 Giovanni I Marchese di Namur
Predecessore Conte delle Fiandre Successore
Guglielmo II delle Fiandre 1278 - 1305 Roberto III delle Fiandre

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie