Natale Dossena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Natale Dossena
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Carriera
Squadre di club1
1927-1928 Flag of None.svg Casalbuttano  ? (?)
1928-1932 Cremonese Cremonese 68 (28)
1932-1934 Sampierdarenese Sampierdarenese 35 (7)
1934-1936 Cremonese Cremonese 5 (2)
1937-1938 Melzo Melzo  ? (?)
1938-1939 Mantova Mantova 1 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Natale Dossena (Cremona, 13 giugno 1907[1] – ...) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Veniva chiamato anche Dossena II per distinguerlo da Guido Dossena[2].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Ha giocato come attaccante, nei ruoli di centravanti e mezzala[3].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver militato nel Casalbuttano durante il servizio militare[4], passa alla Cremonese con cui disputa il campionato di Divisione Nazionale 1928-1929 e il successivo campionato di Serie A a girone unico. Esordisce nella massima serie il 12 gennaio 1930, nella vittoria sul campo del Padova; a fine stagione i grigiorossi retrocedono, e Dossena viene riconfermato tra i cadetti. Schierato come titolare, vive la propria miglior stagione in termini realizzativi, con 18 reti in 26 partite; disputa anche una partita come portiere, sul campo della Monfalconese, nella sconfitta per 2-1 del 5 ottobre 1930[5].

Nel 1932, dopo la sua quarta e ultima stagione a Cremona, lascia la squadra[6] e si trasferisce alla Sampierdarenese, sempre in Serie B. Vi rimane per due stagioni, nelle quali non si ripete ai livelli realizzativi delle annate precedenti, totalizzando 35 presenze e 7 reti; nel 1934, dopo la promozione in Serie A, viene lasciato libero[7], e fa ritorno alla Cremonese[8]: mai impiegato nel campionato di Serie B 1934-1935, disputa le sue ultime 5 presenze con i grigiorossi nella stagione successiva, in Serie C[9].

Posto in lista di trasferimento[10], dopo aver trascorso un periodo senza ingaggio[3] nel campionato 1937-1938 milita nel Galbani Melzo[11], formazione di Serie C che lascia a fine stagione[12], per trasferirsi al Mantova[13], ancora in terza serie.

Conta 14 presenze in Serie A e 77 presenze in Serie B.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Sampierdarenese: 1933-1934

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato ottenuto presso l'Archivio di Stato di Cremona.
  2. ^ Serie B 1932-1933 Xoomer.virgilio.it
  3. ^ a b Fuori gioco - Giocatori liberi, Il Littoriale, 15 dicembre 1936, pag.4
  4. ^ Comunicazioni ufficiali, Il Littoriale, 26 settembre 1928, pag.6
  5. ^ Everet, Fontanelli, op. cit., p.97
  6. ^ Le liste di trasferimento dei giocatori i cui ricorsi sono stati accettati dalla F.I.G.C., Il Littoriale, 20 agosto 1932, pag.4
  7. ^ "Prove" della Sampierdarenese, Il Littoriale, 24 luglio 1934, pag.4
  8. ^ Intenso movimento di giocatori al Sampierdarena, Il Littoriale, 25 luglio 1934, pag.34
  9. ^ Everet, Fontanelli, op. cit., p.121
  10. ^ Le liste di trasferimento offrono una tangibile dimostrazione della crescita del movimento calcistico italiano, Il Littoriale, 8-9 agosto 1936, pp.6-7-8
  11. ^ Agendina del calcio Barlassina 1937-1938, pag.97
  12. ^ Elenco dei giocatori italiani autorizzati a cambiare società nell'anno 1938-39, Il Littoriale, 6 agosto 1938, pag.4
  13. ^ Elenco dei giocatori italiani autorizzati a cambiare società nell'anno 1939-40, Il Littoriale, 8 agosto 1939, pag.4

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Carlo Fontanelli, Annogol, annate 1932-33 e 1933-34, GEO Edizioni
  • Alexandro Everet, Carlo Fontanelli, Unione Sportiva Cremonese - oltre un secolo di storia, Geo Edizioni, 2005.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]