Naja pallida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cobra sputatore rosso
Naja pallida, Boston.jpg
Naja pallida
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Serpentes
Famiglia Elapidae
Genere Naja
Specie N. pallida
Nomenclatura binomiale
Naja pallida
Boulenger, 1896

Il cobra sputatore rosso (Naja pallida Boulenger, 1896), è un serpente della famiglia degli Elapidi, di dimensioni medie, la cui lunghezza massima va dai 70 ai 120 cm.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il colore della pelle è prevalentemente rosso ma negli esemplari adulti va dal rosso al grigio. Di solito sono lunghi 1 m, ma esistono esemplari che raggiungono 1,5 m.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Questo serpente vive abitualmente nelle zone desertiche. Spesso si spinge anche in aree coltivate, alla ricerca di cibo.

Quando si sente minacciato solleva la parte anteriore del corpo ed estende le nervature del collo in modo da assumere un aspetto minaccioso. Inoltre se l' intruso si trova a distanza ravvicinata, il serpente forza il veleno attraverso piccole aperture fra i denti e lo nebulizza nell'aria fino ad una distanza di 2 m: il veleno sputato può provocare cecità permanente.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Il cobra sputatore rosso si nutre prevalentemente di rettili, uccelli e roditori.

Per cacciare morde la vittima inoculandole il veleno, che la uccide prima dell'inizio del processo digestivo. La preda viene inghiottita intera a partire dalla testa, in modo da facilitare il passaggio del corpo lungo l'apparato digerente. La digestione è piuttosto lenta e, a seconda delle dimensioni della preda inghiottita, il serpente può trascorrere molto tempo senza uscire di nuovo per cacciare.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Il cobra sputatore rosso è oviparo. Le femmine depongono da 10 a 15 uova in tane o fra materiale in fermentazione.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Burnie David, Grande enciclopedia per ragazzi (animali) vol.1, Milano, Italia, Mondadori, 2002, ISBN 0-19-566099-4.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili